Cani e ‘patentino’, pienone di iscritti per il corso a Oggiono

Tempo di lettura: 2 minuti

L’iniziativa di ATS Brianza con il Comune di Oggiono e l’Enpa di Merate

Oltre novanta iscritti al corso per conoscere meglio il proprio cane e le normative

OGGIONO – Le iscrizioni si chiudono formalmente oggi, martedì, ma i numeri già raggiunti nei giorni scorsi ben si capisce che l’iniziativa ha colto nel segno: sono oltre una novantina, infatti, le richieste di partecipazione al corso per il rilascio del ‘patentino’ per possessori di cani organizzato a Oggiono dall’ATS Brianza in collaborazione con l’amministrazione comunale e l’Enpa di Merate.

Altrettante ne erano giunte per l’iniziativa analoga che si era svolta nei mesi scorsi a Merate. “La proposta ci è arrivata dal dipartimento veterinario di ATS e abbiamo pensato subito di estenderlo a tutti i Comuni della conferenza dei sindaci dell’oggionese, affinché diventasse un’iniziativa territoriale – spiega Chiara Narciso, primo cittadino di Oggiono – siamo quindi molto contenti del riscontro ottenuto”.

Il corso, che si svolgerà nell’aula del municipio di Oggiono, prevede tre serate (lunedì 6 febbraio la prima) che tratteranno diversi argomenti per conoscere meglio gli aspetti che riguardano il benessere del cane, la corretta interazione con l’uomo, i possibili errori nell’educazione del nostro amico a quattro zampe, i consigli per la gestione del cane in famiglia sopratutto in presenza di bambini e infine gli obblighi di legge e le figure di riferimento a cui rivolgersi in caso di necessità. A tenere le lezioni saranno medici veterinari, esperti in comportamento del cane e istruttori cinofili.

L’Enpa di Merate si è occupata della parte organizzativa e della raccolta iscrizioni: “E’ importante fare formazione e informazione – spiega Silvana Benedetti, presidente dell’Enpa di Merate – Fa piacere l’interesse che l’iniziativa ha sollevato, nella nostra provincia è la seconda che viene realizzata, altri territori sono più avanti di noi su questo tema e ci piacerebbe proporne di ulteriori nei prossimi mesi”.

Al termine del corso, i partecipanti dovranno sostenere un test per il rilascio del ‘patentino’, obbligatorio per i possessori di cani riconosciuti a rischio elevato per l’incolumità pubblica.