Dolzago: per la nuova scuola materna arrivano 2,4 milioni dal Pnrr

Tempo di lettura: 3 minuti

Finanziamenti in arrivo per un nuovo asilo a Dolzago. Ecco il progetto

Il sindaco: “Opera fondamentale per il nostro comune”. Ci sarà anche la sezione primavera

 

DOLZAGO – Una bella notizia per il Comune di Dolzago: l’amministrazione comunale si è vista assegnare un contributo di ben 2,4 milioni di euro dal PNRR per la realizzazione della nuova scuola dell’infanzia. Il costo totale dell’intervento è di 3,4 milioni e la parte restante sarà finanziata dal municipio.

E’ il sindaco Paolo Lanfranchi a renderlo noto: “I tempi per l’avvio dei lavori sono strettissimi – spiega il primo cittadino – Attualmente abbiamo il termine per l’affidamento a fine maggio, proprio per questo è necessario attivarsi immediatamente con gli adempimenti amministrativi, la progettazione… Consideriamo questa opera come fondamentale per il nostro piccolo comune: garantirà un ambiente all’avanguardia, sia da un punto di vista strutturale che di sostenibilità energetica per i nostri piccoli concittadini”.

L’attuale e unica scuola materna del paese è della parrocchia, un edificio sul quale in passato anche il Comune ha partecipato economicamente agli interventi necessari per le manutenzioni e gli adeguamenti.

“La gestione della scuola dell’infanzia ‘V.Bonacina’ è sicuramente ineccepibile – spiega il sindaco – e la collaborazione che abbiamo avuto in questi anni è molto positiva. Con l’utilizzo di questi nuovi spazi avremo certamente tutti da giovarne.

 

 

La nuova scuola sorgerà in un’area libera dopo la demolizione di un fabbricato precedentemente esistente, su via Montecuccoli, adiacente al parco degli Alpini. Il nuovo edificio sarà realizzato con un sistema costruttivo prefabbricato in legno che, spiegano i progettisti, consentirà di ottenere spazi interni flessibili, cantieri puliti, veloci e sicuri, una buona integrabilità impiantistica ed una efficiente risposta alle sollecitazioni sismiche ed al problema dei ponti termici.

Il tetto sarà ricoperto nelle parti orizzontali con manto vegetale in sedun, ventilato e impermeabilizzato con guaina traspirante e vi saranno collocati dei pannelli fotovoltaici che contribuiranno a fornire energia per alimentare il riscaldamento termico tramite pompe di calore elettriche, a cui sarà integrata una caldaia a condensazione. All’interno della scuola sarà collocata anche un’aula magna, lo spazio per la cucina e uno spazio autonomo che potrà essere utilizzato come piccola palestra, sala riunioni o teatrino per rappresentazioni.

Nei nuovi ambienti si pensa anche di istituire una “sezione primavera”, necessaria ad accogliere i bambini non ancora in età da scuola dell’infanzia.

La scuola sarà dotata di un giardino esterno, articolato in numerose parti tra loro diversificate in relazione alle varie funzioni a cui si vorranno adibire. “L’obiettivo che ci porta a voler costruire una nuova scuola – scrive l’amministrazione comunale nel progetto – è quello di voler garantire una struttura efficiente, sostenibile e moderna all’interno della quale far proseguire l’ottima offerta formativa proposta dall’attuale gestione”.

 

Advertisement