A Valmadrera la presentazione dei gemellaggi con Weissenhorn e Buckingham

Tempo di lettura: 2 minuti

La docente tedesca, Usrula Schramm, ha presentato la cittadina di Weissenhorn

Il responsabile del gruppo inglese, Steve Haines, ha illustrato il paese di Buckingham

VALMADRERA – Si è tenuta la presentazione delle due città legate a Valmadrera da parte delle due delegazioni di Weissenhorn (Germania) e di Buckingham (Gran Bretagna).

La docente tedesca, Ursula Schramm, ha presentato la cittadina bavarese di Weissenhorn, attraverso un video della città, già ben conosciuta da molti cittadini valmadreresi, che in numerose occasioni si sono recati per varie attività. Inoltre è apprezzata anche dagli studenti che hanno realizzato scambi culturali negli anni passati e a breve si recheranno per un’altra esperienza studiando la lingua tedesca. La città è gemellata con Valmadrera da alcuni anni e il gruppo gemellaggio locale è sempre molto attivo. E’ facile da raggiungere , infatti con 4/5 ore in auto si arriva in loco.

La presentazione della delegazione di Buckingham è stata una novità in quanto la città ha un patto di amicizia con Valmadrera, ma la sua realtà è ancora poco conosciuta. La città si trova vicino a Oxford, non lontana dal circuito di Silverstone, vicina all’aeroporto di Luton. Ha circa lo stesso numero di abitanti di Valmadrera ed è una città che è già gemellata con una città francese e una città tedesca. Nella presentazione Steve Haines, il responsabile del gruppo inglese, ha insistito sull’ospitalità che loro danno in famiglia, quindi chi desidera visitare Buckingham ha sempre ospitalità locale gratuita.

Sono molto appassionati di sport tant’è che in questi giorni hanno voluto fortemente conoscere le persone del tennis club di Valmadrera e le strutture sportive del territorio. Il weekend del 18 e 19 maggio si terrà un torneo di tennis tra città gemellate a Buckingham, e la delegazione ha esteso l’invito anche ai valmadreresi, non solo come giocatori, ma anche come spettatori. Ottima opportunità per conoscere una città indubbiamente aperta all’Europa e avere l’opportunità di essere ospitati da famiglie britanniche.

Steve ha regalato al nostro sindaco Antonio Rusconi due dei simboli notati al Consiglio Comunale di Buckingham: la clessidra che fissa a tre minuti al massimo ogni intervento e il martelletto per richiamare all’ordine il Consiglio.

 

Advertisement