Calcio. Il Lecco ritrova la vittoria: con la Reggiana finisce 1-0

Tempo di lettura: 4 minuti
Calcio Lecco Reggina

Al Rigamonti-Ceppi il Lecco riaccende le speranze salvezza

Il gol di Ionita al 60′ decide la partita contro la Reggiana di Nesta

LECCO – Al Rigamonti-Ceppi il Lecco ritrova la vittoria e la speranza salvezza, complice anche la sconfitta dalla FeralpiSalò, penultima in classifica, che ora è distante dai blucelesti 5 punti mentre restano da giocare ancora cinque partite e sul piatto ci sono 15 punti a disposizione.

Contro la Reggiana i blucelesti hanno dominato la partita soprattutto dopo il gol del vantaggio, gli ospiti d’altro canto nella ripresa non hanno creato veri pericoli per la porta difesa da Melgrati.

Andrea Malgrati è costretto a rinunciare a Lamanna per infortunio, al suo posto Melgrati. Il tecnico bluceleste, negli altri reparti, conferma la stessa formazione vista con lo Spezia eccezzion fatta per Sersanti squalificato al suo posto Galli. Davanti tridente offensivo con con Buso, Novakovich e Crociata.

Anche sul fronte opposto non si cambia, infatti, Nesta conferma la difesa a 5 scesa in campo pur perdendo contro il Cittadella. A centrocampo riconferma di Cigarini al fianco di Portanova, in attacco la prima punta è ancora una volta Gondo.

Cronaca

Nei primi minuti di gara si muove bene il Lecco sulla sinistra e al 3′ ha la prima occasione da rete con Capolare (L) che si infila in area sul tacco di Novakovich (L), ma il tiro del terzino finisce largo. Dall’altra parte, al 7′, conclusione dalla distanza di Melegoni (R) che però spedisce alto.

Al 15′, sponda di petto di Crociata (L) per Lepore (L) che calcia dai 30 metri ma sbaglia la mira. Cinque minuti dopo, la Reggiana ci prova con un cross in area ma Melgrati (L) esce coi pugni ad allontanare, sulla ribattuta arriva Sampirisi (R) ma calcia a lato da buona posizione.

Partita che vive di fiammate anche a causa del gran caldo del Rigamonti-Ceppi, al 30′ gli ospiti provano a sbloccare i risultato con il gran tiro da fuori di Melegoni (R), interviene bene Melgrati (L) mettendo la palla in corner. Il Lecco mette pressione alla retroguardia amaranto ma sugli angoli non riesce a trovare la giocata vincente. I blucelesti si spingono in avanti negli ultimi minuti: sponda di testa di Ionita (L) per Novakovich (L) che non riesce a liberasi dalla morsa avversaria.

Un primo tempo non entusiasmante da parte di entrambe le squadre, poche occasioni ed anche poco gioco. Malgrati deve dare una scossa ai suoi negli spogliatoi per cercare quella vittoria che potrebbe riaccendere la fiammella della salvezza.

Secondo Tempo

Il Lecco spinge in avanti con la bella iniziativa di Crociata (L) sulla linea di fondo e mette in mezzo per Novakovich (L) ma la palla era già uscita. Al 49′, cross di Lepore (L) dalla destra su cui Buso (L) ma di testa manda a lato, Novakovich (L) reclama per un calcio di rigore ma per l’arbitro non c’è nulla.

Al 56′ la Reggiana si riaffaccia in avanti con Blanco (R) che vuole appoggiarsi su Gondo (R) ma Caporale (L) libera l’area. Al 60′ si sblocca il risultato a favore del Lecco con uno schema da calcio da fermo: Lepore (L) finta di calciare ma passa in mezzo per Ionita (L) che piazza un destro rasoterra, leggermente deviato, che non lascia scampo a Satalino (R).

Nesta inizia a cambiare per smuovere l’inerzia della partita ma i blucelesti sono i pieno controllo del gioco. La Reggiana non molla e all’81’ ci prova ad affondare con il cross dalla sinistra di Pieragnolo (R) in mezzo per Pettinari (R) che arriva in lieve ritardo all’impatto col pallone.

Malgrati cambia assetto tattico del Lecco retrocedendo Crociata (L) sulla linea dei centrocampisti e lasciando Inglese, entrato per Novakovich, come solo terminale offensivo. I blucelesti non rinunciano ad attaccare e cercano di giocare in ripartenza.

I blucelesti riconquistano finalmente i tre punti in una gara insidiosa soprattutto dal punto di vista mentale. Il Lecco dopo il gol del vantaggio ha gestito il gioco lasciano poco spazio agli avversari che nel finale ha cercato il pareggio ma, la retroguardia lecchese ha dato grande prova di compattezza e maturità.


Tabellino

LECCO: Melgrati; Lepore (77′ Gugliemotti), Celjak, Bianconi, Caporale; Ionita, Galli (56′ Frigerio), Degli Innocenti (81′ Lunetta); Crociata, Novakovich (81′ Inglese), Buso. All. Malgrati

REGGIANA: Satalino; Fiamozzi (75′ Pettinari), Sampirisi, Rozzio, Marcandalli (19′ Szyminski), Pieragnolo; Bianco, Cigarini (64′ Reinhart), Portanova (46′ Sanchez), Melegoni; Gondo (64′ Okwonkwo). All. Nesta

Marcatori: 60′ Ionita (L)

Arbitro: Minelli di Varese coadiuvato da Galimberti di Seregno e Luciani di Milano. Quarto ufficiale Manzo di Torre Annunziata, al VAR on-site Meraviglia di Pistoia e all’AVAR Longo di Paola.

Ammoniti: Marcandalli (R), Degli Innocenti (L), Bianco (R), Szymiński (L), Ionita (L)

Espulsi:


Classifica

Parma 69
Como 64
————–—
Cremonese 59
Venezia 58
Catanzaro 55
Palermo 53
Brescia 45
Sampdoria 44
——————
Pisa 43
Cittadella 43
Südtirol 42
Reggiana 40
Modena 39
Ternana 36
Cosenza 36
——————
Bari 35
Spezia 35
————–—
Ascoli 33
FeralpiSalò 31
Lecco 26

Advertisement