A Monte Marenzo inizia il 14˚ Memorial Candido Cannavò-Daniele Redaelli

Tempo di lettura: 3 minuti
Memorial Cannavò Monte Marenzo
(foto archivio)

Dal 17 maggio al 2 giugno il torneo di calcio giovanile della Polisportiva

“E’ una gioia vedere che ogni anno sono sempre numerose le squadre che partecipano”

MONTE MARENZO – Inizia la 14^ edizione del Memorial Candido Cannavò – Daniele Redaelli. Prende il via il 17 maggio e termina il 2 giugno sul tradizionale campo di via Sant’Alessandro a Monte Marenzo il torneo di calcio giovanile, omologato Figc, organizzato dalla Acsd Monte Marenzo. L’evento è intitolato a Candido Cannavò, storico direttore della Gazzetta dello Sport, dal 1983 al 2002, e a Daniele Redaelli, giornalista lecchese per 46 anni alla Gazzetta dello Sport di cui divenne capo redattore centrale.

Soddisfazione da parte del presidente della Polisportiva Monte Marenzo Renato Caroli per il tradizionale appuntamento sportivo: “E’ una gioia vedere che ogni anno sono sempre numerose le squadre che partecipano (alcune saranno miste con ragazzi e ragazze). Significa che ci siamo guadagnati la fiducia dei ragazzi e delle loro famiglie perché l’evento, oltre a essere un momento di sport, è anche momento di educazione. È importante che in un mondo ipertecnologico i ragazzi socializzino attraverso un veicolo formativo come il calcio”.

Il presidente dell’area sociale della Polisportiva Angelo Fontana spiega il perché dei vari riconoscimenti: “Ognuna delle persone a cui è intitolato un riconoscimento ha lasciato un segno positivo. Alcuni nello sport, come il direttore Candido Cannavò e Daniele Readelli; altri per il loro impegno nel sociale come il dottor Alessandro Staffelli, fratello del noto giornalista Valerio, che si è sempre speso con la sua attività di dentista per portare aiuto nei casi di emergenza come le alluvioni o i terremoti. Era amico del dottor Luca Rota di Monte Marenzo, da qui il legame con il nostro territorio”.

Prezioso anche il contributo degli ospiti, perché ogni anno al Memorial arrivano per la premiazione amici e parenti delle persone a cui sono intitolati i premi: “Abbiamo avuto ogni anno delle presenza a sorpresa. Come Alessandro Cannavò, noto giornalista del Corriere della Sera, e la madre, la signora Franca Cannavò. Inoltre la signora Gigliola Staffelli e il giornalista Fausto Narducci, capo redattore della Gazzetta dello Sport ed esperto di Olimpiadi. Anche quest’anno attendiamo qualche presenza di eccezione”, ricorda il presidente Caroli.

Numeri, categorie e premi

Le categorie che scenderanno in campo sono Esordienti misti, Pulcini misti, Primi calci 2015, Primi calci 2016 e Piccoli amici. Anche per questa edizione grandi numeri: 23 le società presenti, 53 le squadre, oltre 500 i ragazzi. I premi speciali sono legati alla memoria di alcune persone legate in modo speciale al mondo dello Sport: la coppa Giovanni Caroli al miglior portiere del Memorial; la coppa Fabio Valsecchi al miglior giocatore; il trofeo Pippo Milesi al primo classificato della categoria Esordienti mentre al secondo andrà quello intitolato a Raffaella Bonanomi; il trofeo Gianmario Colombo al primo classificato della categoria Pulcini, al secondo quello che ricorda Claudio Colombo; al primo classificato della categoria Primi calci il trofeo Simona Bonanomi, al secondo la coppa Osvaldo Aondi; alla categoria Primi calci il trofeo Alessandro Staffelli, al secondo classificato la coppa Livio Ravasio. Il Trofeo Candido Cannavò andrà al primo classificato per ogni categoria. Inoltre la categorie Primi calci e Piccoli amici riceveranno la medaglia Pierina Secomandi.

Advertisement