Valsassina. Successo per il saggio musicale degli alunni con la banda di Cortabbio

Tempo di lettura: 3 minuti

210 bambini delle primarie di Cortenova, Primaluna e Introbio a esibirsi al Pala Acel di Barzio

La manifestazione a culmine di un speciale percorso musicale svolto insieme al Corpo Musicale S. Cecilia di Cortabbio e al Maestro Michele Fioroni

BARZIO – Una manifestazione quella che si è svolta sabato al Pala Acel di Barzio che ha riscosso grande entusiasmo. Il saggio è nato da un progetto avviato dal “Corpo Musicale S. Cecilia di Cortabbio” in collaborazione con il Maestro Michele Fioroni che ha proposto un laboratorio musicale svolto durante le ore scolastiche di musica.

Ad animare il pomeriggio al palazzetto i 210 bambini accompagnati dagli insegnati, i musicisti e i familiari.

In questa iniziativa sono stati coinvolti gli alunni delle classi seconde e terze dei plessi di Cortenova, Primaluna ed Introbio, per un totale di 6 classi. Durante l’anno scolastico si sono svolti 22 incontri alternando attività e momenti di condivisione, che hanno coinvolto i ragazzi gli insegnanti e il Corpo Musicale.

Gli obiettivi del percorso spaziano in diverse aree dello sviluppo del bambino, da quello percettivo a quello motorio, da quello del linguaggio e della comunicazione a quello sociale. Il canale utilizzato dal progetto è quello della musica sviluppata in una dimensione ludica, con il fine di stimolare l’interesse del bambino e di favorirne il processo di apprendimento.

Culmine di questo percorso il saggio di sabato: i 210 alunni si sono esibiti con passione ed entusiasmo, l’esibizione è stata intervallata da due brani eseguiti dal corpo musicale Santa  Cecilia di Cortabbio. Si è svolta inoltre una piccola lotteria musicale con la vincita di alcune lezione gratuite presso la scuola allievi della banda.

Al termine della giornata il Corpo Musicale ha voluto lasciare un segno a ciascun bambino regalando un segnalibro come ringraziamento.

Grande soddisfazione da parte del Maestro Michele Fioroni: “Sono davvero felice che il progetto abbia superato le aspettative di tutti e si sia rivelato un successo straordinario. È stato un onore contribuire insieme a voi e vedere i risultati positivi  a cui ha portato. Sono orgoglioso di averlo finalmente potuto realizzare nella mia valle, a casa. Un ringraziamento speciale va a ciascuno di voi per il vostro impegno, la passione e supporto che hanno reso tutto questo possibile. Spero che vi siate resi conto del potenziale che ha la banda quando il gruppo si supporta e si impegna nelle attività. Non vedo l’ora di continuare a crescere e condividere musica insieme a tutti voi. Grazie ancora per tutto e avanti con entusiasmo verso nuove sfide e successi”.

Anche il presidente della banda Attilio Melesi ha espresso la sua meraviglia per la riuscita del percorso e della manifestazione.

“Grazie mille a tutti, penso che una cosa così ha superato le più rosee aspettative di tutti e ne dobbiamo essere orgogliosi. Un ringraziamento speciale va al nostro Maestro Fioroni per la genialità del progetto e per la professionalità – conclude il presidente Melesi – Per fare  grandi cose serve solamente la volontà e la costanza nel farle”.

I costi relativi al finanziamento del maestro Michele Fioroni sono stati interamente coperti dalla banda. Presenti alla manifestazione di sabato i sindaci di Primaluna, Introbio, Parlasco, il vicesindaco di Cortenova, Giovanni Combi presidente della BCC e Giovanni Benedetti in rappresentanza dell’associazione Giovanni Bellomi.

La banda inoltre ha espresso ringraziamenti ai componenti, sempre attivi e presenti, impegnati nel progetto scuola e più in generale negli eventi previsti per il centenario che ricorre proprio quest’anno. Non sono mancate parole di gratitudine per il Presidente, motore trainante dell’associazione, e per il maestro Michele Fioroni, che ha seguito con costanza e pazienza l’intero svolgimento del progetto, nonché l’organizzazione e la gestione del tutto.

Il Comune di Barzio e all’associazione Stella Alpina hanno offerto ospitalità e la disponibilità per il saggio di sabato.

Advertisement