Elezioni e il ricorso al Tar. Il centrosinistra: “Un loro diritto, ne prendiamo atto”

Tempo di lettura: 2 minuti
Il centrosinistra in piazza dopo la vittoria di Gattinoni

Dopo l’annuncio del ricorso al Tar da parte del centrodestra sulle elezioni a Lecco

Tiepide le reazioni dei vincitori. “Lecito, ne prendiamo atto e attenderemo gli sviluppi”

LECCO – “Un atto lecito che avevano già annunciato. Ne prendiamo atto e attendiamo gli sviluppi”. Così il segretario provinciale del Pd, Marinella Maldini, sul ricorso depositato al Tar del centrodestra che chiede l’annullamento del risultato elettorale a Lecco (vedi articolo).

Sconfitta per soli 31 voti, la coalizione che ha candidato Peppino Ciresa, mette in dubbio quindi l’esito del voto, al momento senza rivelare i presupposti di tale ricorso che dovrebbe essere affrontato dal tribunale amministrativo i primi giorni di dicembre. “E’ difficile commentare non sapendo su che basi è stato presentato il ricorso– sottolinea Maldini – Sicuramente è stata una sconfitta mal digerita dal centrodestra”.

Marinella Maldini, segretaria provinciale del PD

Il neo sindaco Mauro Gattinoni preferisce non esprimersi nello specifico sulla decisione degli avversari: “ In questo momento, la città e il territorio hanno cose ben più gravi a cui pensare”.

Alberto Anghileri

“Ovviamente è un loro diritto farlo – dice Alberto Anghileri, consigliere comunale di Con la Sinistra Cambia Lecco – curioso che lo facciano il giorno dopo avere richiesto la presidenza del Consiglio Comunale e nello stesso giorno in un rappresentante del centrodestra chiede sulla stampa locale ‘collaborazione’. Noi – conclude – continuiamo ad occuparci dei problemi dei lecchesi”.

“Se ritengono che ci siano gli estremi, sarà chi di competenza giudicare – commenta Alessio Dossi di Ambientalmente Lecco – Attenderemo l’esito del ricorso”

Advertisement