Lecco. In Consiglio la variazione di Bilancio: 1,3 milioni per rifare le strade

Tempo di lettura: 2 minuti
L'assessore Roberto Pietrobelli

Manovra complessiva da 8 milioni di euro

Ecco i principali investimenti previsti

LECCO – Verrà affrontata nel prossimo consiglio comunale, fissato per lunedì 29 aprile, la variazione al bilancio di previsione triennale (2024, 2025 e 2026), presentata martedì sera in Commissione II dall’assessore Roberto Pietrobelli. Una variazione il cui ‘piatto forte’ riguarda il conto capitale: una manovra da ben 8 milioni di euro, di cui 1 milione 683 mila da fondi vincolati e 6 milioni e 334 mila da fondo libero.

“I grossi interventi – ha spiegato l’assessore – riguardano il rifacimento delle strade, 1,3 milioni che includono un primo intervento di sistemazione degli asfalti dopo la posa del teleriscaldamento, a questi si aggiungono 500 mila del piano rioni”.

Tra gli altri stanziamenti ‘elencati’ dall’assessore, nel capitolo opere pubbliche figurano 182 mila euro per la manutenzione delle scuole, 380 mila euro per l’area ex Piccola Velocità, 450 mila euro per il Teatro della Società, 180 mila euro per le spese di progettazione per opere programmate e 475 mila euro per la manutenzione straordinaria dei fabbricati.

Nel capitolo ordine pubblico rientrano 91 mila euro di cofinanziamento del bando videosorveglianza urbana di Regione Lombardia. 251 mila euro saranno investiti sulla riqualifica della scuola materna di Santo Stefano e 740 mila euro per quella della scuola primaria De Amicis che ospiterà anche la scuola materna Damiano Chiesa, trasferita dalla sede di via Ghislanzoni che, come noto, ospiterà la Casa di Comunità (leggi qui).

Tra le altre spese previste dalla manovra figurano 250 mila euro per il consolidamento del muro del giardino della Biblioteca Civica nell’ambito del progetto Biblioteca No Limits, 450 mila euro per Villa Manzoni, 100 mila euro per interventi allo stadio comunale (nello specifico, la realizzazione della pedana per i disabili).

Sul fronte ambiente, 128 mila euro sono le spese di progettazione sui torrenti del programma Life e 316 mila euro la restituzione delle somme per i lavori di messa in sicurezza sul San Martino. Nel capitolo trasporti e mobilità si segnalano 403 mila euro per la transizione alla mobilità elettrica, 100 mila euro per la passerella pedonale alle Caviate e 200 mila euro per il nuovo hub dei bus.

Infine, 110 mila euro serviranno per l’acquisto di attrezzature destinate alla prima infanzia e 100 mila per il recupero dell’ex casa del custode della scuola Santo Stefano che diventerà residenza per l’autonomia delle persone con disabilità. “Con la manovra – ha concluso Pietrobelli – verrà creato un fondo di accantonamento di 470 mila euro per la revisione dei quadri economici che potrebbero subire gli interventi già finanziati e che partiranno nel corso dell’anno”.

La discussione, come detto, è in calendario per lunedì 29 aprile, insieme all’approvazione rendiconto della gestione 2023 e alla Tari, manovra tariffaria 2024.

Advertisement