Mandello. Slitta l’avvio dei lavori per riqualificare i giardini

Tempo di lettura: 2 minuti

Mancano da portare a termine alcuni aspetti burocratici

“Siamo in attesa dell’autorizzazione paesaggistica, dopodiché avvieremo il progetto esecutivo e assegneremo gli interventi alla ditta prescelta”

MANDELLO – Non partiranno nelle tempistiche previste i lavori di riqualificazione che interesseranno i giardini di Mandello: stabilito inizialmente come periodo d’avvio il mese di ottobre, per lo meno per quanto riguarda gli interventi che fanno parte del primo lotto, si dovrà in realtà attendere ancora qualche istante prima di vedere l’area tramutarsi in un cantiere.

A darne notizia il sindaco Riccardo Fasoli, che spiega le ragioni di questa posticipazione: “Ci sono ancora alcuni step da portare a termine: attendiamo per questi giorni l’autorizzazione paesaggistica, dopodiché daremo vita al progetto esecutivo previa autorizzazione della Soprintendenza. Terminate queste operazioni, dovremo assegnare i lavori alla ditta prescelta”.

Nel primo lotto legato alla rigenerazione dell’area verde inclusi un nuovo chiosco, bagni pubblici, un bar/ristorante al posto dell’attuale skate park che verrà spostato successivamente in zona Piazza del Mercato, un nuovo Infopoint, un campo da beach volley e una zona fitness. A completare il quadro la realizzazione di una nuova passeggiata, che come sottolinea il primo cittadino “darà una funzionalità diversa ai giardini“.

Quest’anno infatti, come anche i precedenti, gli spazi intorno alla spiaggetta Falck e alla zona Poncia sono stati transennati e l’accesso reso a pagamento, per evitare “che i giardini il sabato e la domenica vengano deturpati con lettini, barbecue, sedie – conclude Fasoli -. Anche se mi dispiace aver installato le transenne, fino a quando non finiranno i lavori e ci saranno altre alternative l’unica soluzione possibile per preservare il decoro dei giardini è questa”.