Calcio Lecco. Malgrati post Venezia: “60′ minuti di buon calcio”

Tempo di lettura: 2 minuti
Andrea Malgrati

Il Lecco spreca il vantaggio e perde 2-1 in casa

Malgrati: “Buso è un ragazzo eccezionale”

LECCO – “Sono contento del calcio che i giocatori hanno espresso, 60′ minuti di bel gioco con una squadra completamente diversa da noi”. Queste le prime parole di Malgrati al termine della partita persa 2-1 dal Lecco contro il Venezia, la sconfitta avvicina i blucelesti alla retrocessione ma ancora mancano quattro partire alla fine della stagione regolamentare.

“Nonostante il risultato di oggi noi dobbiamo continuare a lottare fino all’ultimo fin quando ci sarà la salvezza matematica perché comunque andrà sarà sempre un momento di crescita. Non bisogna tutto sull’obiettivo perchè ci saranno anni in cui vinci e altri in cu retrocedi, ognuno deve mettere il suo credo in sé stesso e in quello che farà, i ragazzi hanno fatto una partita eccezionale dando tutto”.

La differenza qualitativa si è sentita in campo soprattutto nella ripresa: “Se siamo li un motivo ci sarà e quando si fa degli errori contro delle squadre del genere li paghi. I ragazzi però devono andare avanti a lottare per questi colori, credendoci, come hanno fatto i tifosi dall’inizio alla fine”.

Sui calci da fermo ancora una volta decisivi a sfavore: “Non è mai errore del singolo, ma  di reparto, infatti abbiamo sbagliato la marcatura e i tempi. Le colpe sono anche mie perché li schiero io così. Invece, i cambi sono stati pesati da quello che vedo in settimana e nel pre-partita, i giocatori che sono entrati hanno dato anche loro tutto”.

Malgrati commenta l’ottavo gol in Serie B di Buso: “Niccolò ha avuto un’evoluzione incredibile, è un ragazzo eccezionale molto bravo a far gruppo e capisce dove può crescere e migliorare. Rispetto alla C è un totalmente diverso ed è cresciuto molto e continua a farlo partita dopo partita”.

Advertisement