The End: il Lecco saluta la Serie B con una sconfitta, vince il Modena 3 a 2

Tempo di lettura: 4 minuti
Curva Nord Lecco Ultrà
La contestazione della Curva Nord

Si chiude la stagione con la contestazione della Curva Nord all’indirizzo del Patron di Nunno e della squadra

I blucelesti dopo una sola stagione nella serie Cadetta, conquistata a distanza di 50 anni, ultimi in classifica tornano in Serie C

LECCO – Un Lecco già condannato, saluta la Serie B con l’ennesima sconfitta. Questa sera, la gara disputata tra le mura amiche del Rigamonti Ceppi davanti al pubblico di casa, è finita 3 a 2 per il Modena. I blucelesti, ultimi in classifica, archiviano così una stagione iniziata male (a causa delle ormai note questioni amministrative – burocratiche) e finita peggio. Dopo una sola stagione nella serie Cadetta, guadagnata a distanza di 50 anni dall’ultima apparizione, i blucelesti retrocedono direttamente in serie C.

Il Patron di Nunno, contestato anche questa sera dagli ultrà blucelesti insieme alla squadra, nelle prossime settimane dovrà decidere se vendere, come sembrerebbe, la società, o viceversa dovrà rimboccarsi le maniche per ridisegnare l’organico e affrontare di nuovo la Serie C.
Riguardo al match di questa sera, Andrea Malgrati cambia qualcosa nell’undici iniziale inserendo dal primo minuto il giovane Salomaa ed Inglese e si porta in panchina un ragazzo dell’U17 Nicolò Tondi. Sul fronte opposto, Bisoli che ha centrato la salvezza matematica settimana scorsa contro il Como ha ben otto defezioni in rosa perciò potrebbe anche lui affidarsi ai giovani delle primavera.

Cronaca

La prima occasione arriva su calcio di punizione, Lepore (L) calcia in porta ma non trova un tap-in vincente da parte di uno dei propri compagni. Sull’immediato ribaltamento di fronte al 2′, il Modena va a segno con Strizzolo (M) che approfitta dell’incertezza difensiva di Degli Innocenti (L) che scivola in copertura e consegna campo aperto all’attaccante gialloblu che insacca in rete.

Il Lecco reagisce al 6′ con la doppia conclusione da distanza ravvicinata di Inglese (L) che trova pronto Gagno (M) sul primo palo. Di nuovo l’attaccante ex Parma si fa vedere 5 minuti dopo con una bella spizzata di testa in area, ma la conclusione è troppo debole per impensierire l’estremo difensore avversario.

Gli ospiti ripartono bene in ripartenza e vanno vicino al raddoppio al 18′ con il sinistro  di Magnino (M), Melgrati (L) interviene bene in uscita. I blucelesti trovano il pareggio al 22′ con la bella imbucata di Sersanti (L) che intercetta un lancio di Pegreffi (M) e s’invola verso l’area infilando Gagno sul primo palo.

Il Modena reagisce, al 24′, con il tiro dalla distanza di Battistella (M) esce di poco sopra la traversa. Ma il gol è nell’aria e arriva al 29′, nuova ripartenza dei canarini la palla arriva sui piedi Bozhanaj (M) che lascia partire un gran destro a giro bucando letteralmente le mani di Melgrati (L).

Possesso palla prolungato degli ospiti che il Lecco non prova nemmeno a spezzare, così la formazione di Bisoli trova il tris al 35′: palla in mezzo dalla destra di Battistella (M) che trova in mezzo il tap-in vincente di Strizzolo (M). Primo tempo in cui i blucelesti potevano fare certamente di più, decisivi i soliti errori difensivi che hanno aperto la strada al doppio vantaggio modenese.

Secondo Tempo

Tre cambi in apertura di ripresa per Malgrati dentro Novakovich, Crociata e Galli per Inglese, Salomaa ed Inglese. L’attaccante americano si muove bene nei primi minuti in area di rigore ma è ben contenuto dalla difesa avversaria. Poche emozioni nei primi 15 minuti di gara ma la possibile svolta arriva poco dopo.

Al 59′ il Lecco accorcia le distanze: gran lancio di Crociata (L) per Nicolò Buso (L) che supera Riccio (M) e la mette in porta con un gran destro ad incrociare. Ancora Buso (L) prende possesso della fascia sinistra da cui genera pericoli per la difesa gialloblù, Crociata (L) però spedisce la palla direttamente in curva.

Al 73′, occasione Modena con il missile di Magnino (M) che colpisce l’incrocio dei pali alla sinistra di Melgrati (L). All’80’ staff medico per alcuni minuti in campo per il colpo subito dall’estremo difensore modenese Gagno che viene sostituito all’85 dal secondo Filippo Vandelli.

Alla ripresa del gioco occasione per i blucelesti che da corner si rendono pericoloso con Celjak (L) che gira verso la porta ma trova la bella reazione del neoentrato. Il Lecco ci provano nel finale ma senza veri pericoli per retroguardia del Modena.

Dopo un primo tempo in cui il Modena ha avuto la meglio sugli avversari, il Lecco è tornato a costruire nella ripresa trovando il gol che ha accorciato le distanze ma non quello del pareggio. I blucelesti salutano così la categoria dopo un girone di ritorno terribile, in attesa del cambio di guardia nella dirigenza l’unica certezza è che l’anno prossimo si ripartirà dalla Serie C, magari tentando la risalita in B.


Tabellino

LECCO: Melgrati; Caporale (59′ Guglielmotti), Bianconi, Celjak, Lepore; Sersanti (71′ Lunetta), Degli Innocenti (46′ Galli), Ionita; Salomaa (46′ Crociata), Inglese (46 Novakovich), Buso. All. Malgrati

MODENA: Gagno; Cotali, Pergreffi, Zaro, Riccio; Santoro, Magnino, Battistella; Bozhanaj (90′ Oliva), Strizzolo, Palumbo (46′ Corrado). All. Bisoli

Marcatori: 2′ Strizzolo (M), 22′ Sersanti (L), 29′ Bozhanaj (M), 35′ Strizzolo (M), 59′ Buso (L),

Arbitro: Collu di Cagliari coadiuvato dagli assistenti Severino di Campobasso e Ricciardi di Ancona, quarto ufficiale Iannello di Messina. Al VAR on-site Fabbri di Ravenna e all’AVAR Abisso di Palermo.

Ammoniti: Caporale (L), Sersanti (L), Palumbo (M), Crociata (L), Santoro (M)

Espulsi:


Classifica

Parma 76
Como 73
————–—
Venezia 70
Cremonese 67
Catanzaro 60
Palermo 56
Sampdoria 55
Brescia 51
——————
Südtirol 47
Modena 47
Cosenza 47
Reggiana 47
Pisa 46
Cittadella 46
Spezia 44
——————
Ternana 43
Bari 41
————–—
Ascoli 41
FeralpiSalò 33
Lecco 26

Advertisement