Elezioni Provinciali, il programma di “Democrazia è Partecipazione”

Sette candidati, Paolo Lanfranchi di Dolzago capolista: “Dobbiamo ricostruire una Provincia seriamente impoverita”.

LECCO – Una “Provincia dei Comuni”, votata dai cittadini, che torni ad essere pienamente operativa per poter rispondere in maniera concreta ed efficiente alle esigenze dei territori e dei suoi abitanti. Questi gli obiettivi della lista Democrazie è Partecipazione che correrà alle elezioni provinciali in programma il 31 marzo.

Tino Magni con Selena Crippa

“Amministratori di buonsenso”

Gli esponenti della lista si sono ritrovati in via Ghislanzoni, di fronte all’ingresso del Liceo Manzoni. “La volontà di ritrovarci qui – ha esordito Tino Magni – richiama uno dei tanti problemi che l’ente provinciale deve affrontare, quello dell’edilizia scolastica, in carico alla Provincia per le scuole superiori. Abbiamo condensato il programma di Democrazie è Partecipazione in questa lettera che abbiamo inviato a tutti i consiglieri comunali. Crediamo fortemente che la Provincia debba tornare ad essere dei Comuni e dei cittadini”. Presente anche il capolista Paolo Lanfranchi, sindaco di Dolzago: “La lista è composta da amministratori di piccoli comuni, abituati a governare con il buonsenso e non in ottica di partito. I candidati lavorano già su temi sentiti in tutti il territorio”.

Il programma

Tra le tematiche prioritarie elencate da Lanfranchi l’ambiente, le scuole, il patrimonio provinciale: “La Provincia ha un fondamentale ruolo nella gestione della cosa pubblica locale – ha sottolineato il candidato – purtroppo le mancate riforme degli ultimi anni hanno impoverito il ruolo delle Province, tant’è che sono i Comuni, sempre più spesso, a dover sanare i ‘buchi’. Il nostro principale interesse è quello di ricostruire il ruolo primario della Provincia”. Tra gli altri argomenti la Lecco-Bergamo, “da trasferire definitivamente allo Stato”, l’impegno per una gestione pubblica dei trasporti sociali e per la reintroduzione dei Circondari, previsti nel precedente statuto.

Cittadini al voto

“Come già richiesto attraverso un ordine del giorno approvato all’unanimità dal consiglio provinciale il 30 marzo 2017 – ha ricordato Alberto Anghileri, consigliere a Lecco (Con La Sinistra Cambia Lecco) – riteniamo che l’elezione dei suoi rappresentanti debba avvenire attraverso un metodo effettivamente democratico, ossia far votare tutti i cittadini maggiorenni della Provincia. Solo il voto dei cittadini potrà rimettere insieme questa Provincia, importante ma dai piccoli numeri, affacciata e divisa tra altre quattro realtà (Milano, Como, Bergamo e Sondrio)”.

Da sinistra: Alberto Anghileri, Selena Crippa, Paolo Lanfranchi, Tino Magni e Francesco Amaretti

I candidati di Democrazia è Partecipazione

Ecco i nomi dei candidati in lista: Paolo Lanfranchi (sindaco di Dolzago), Maria Grazia Caglio (assessore a Osnago), Alberto Anghileri (consigliere a Lecco), Selena Crippa (consigliere a Dolzago), Francesco Amaretti (consigliere a Valmadrera), Sabrina Tilde Ferrante (consigliere a Cassago Brianza) e Diego Colosimo (consigliere a Calolziocorte).