Doppia festa a Sopracornola: San Rocco e 65° di sacerdozio di don Marco

Tempo di lettura: 1 minuto
il vicesindaco Aldo Valsecchi, il Vescovo Maurizio Malvestiti, don Marco Bottazzoli e l'assessore Cristina Valsecchi

CALOLZIO – Doppi festeggiamenti ieri a Sopracornola, frazione di Calolzio, dove si è celebrato il patrono San Rocco e il 65° di sacerdozio del parroco don Marco Bottazzoli, giunto nella piccola frazione calolziese 33 anni fa.

Tantissimi i fedeli che hanno partecipato alla messa, celebrata nella chiesa dell’Immacolata Concezione dove si trova la statua lignea di San Rocco che, nel pomeriggio, è stata accompagnata per le vie del paese durante la tradizionale processione quest’anno presieduta dal vescovo Maurizio Malvestiti.

Un appuntamento sentito i cui inizi si perdono nella notte dei tempi: “la fèsta de San Ròch la gh’è sempre stata”, dicevano e dicono gli anziani come viene riportato nel libro “Memorie di Sopracornola”.

Per i fedeli, tra i quali era presente anche il sindaco di Calolzio Marco Ghezzi, è stato un giorno davvero speciale in occasione del quale hanno ringraziato, mostrando grande affetto e stima, il parroco don Marco Bottazzoli in occasione del suo 65° anno di ordinazione sacerdotale.