Presentati i progetti di Cascina Don Guanella e Cooperativa Larius

Bando Coltiviamo Valore: ambiente e servizi alla persona nelle finalità di Fondazione Cariplo

Mario Romano Negri

LECCO – Cascina Don Guanella e Cooperativa sociale Larius sono i vincitori del bando Coltivare Valore di Fondazione Cariplo in provincia di Lecco.

Questa mattina, 14 marzo, la presentazione dei progetti vincenti a Palazzo delle Paure. Ad aprire gli interventi è stato il presidente della Fondazione comunitaria del Lecchese Mario Romano Negri: “Si tratta di un bando che vede la confluenza di due settori della Fondazione Cariplo: ambiente e servizi alla persona”.

Enrico Rossi

“Due progetti che parlano della filosofia che c’è a monte del bando – ha detto Enrico Rossi, commissario Fondazione Cariplo -. Da un lato questi progetti si occupano della cura del territorio attraverso modelli esportabili ad altre situazioni e sono destinati a durare nel tempo. Dall’altro ci premeva far vedere come nell’agricoltura fosse possibile l’inserimento di soggetti svantaggiati”.

Grazie ai due progetti arriveranno sul nostro territorio circa 600 mila euro.

Don Agostino Frasson

Agricoltura e autonomia a Cascina Don Guanella

Don Agostino Frasson e Bruno Corti sono entrati nel dettaglio del progetto “Agricoltura e autonomia a Cascina Don Guanella”.

“Stiamo parlando di risorse importanti che ci consentiranno di creare una struttura agricola con annesso agriturismo. Questi soldi ci consentiranno di ragionare in modo più imprenditivo realizzando un modello di agro-ecologia circolare attraverso una filiera a km 0, naturale e a basso impatto ambientale”.

Grazie a questo bando a Cascina Don Guanella saranno creati 8 posti di lavoro in tre anni da aggiungere ai 10 dipendenti già presenti.

Bruno Corti

“Potremo inoltre costituire sei borse lavoro e sei percorsi di formazione che consentiranno di certificare le competenze dei ragazzi”.

Cascina Don Guanella è nata circa sei anni fa aiutare i ragazzi che, giunti alla maggiore età, si affacciano al mondo del lavoro: “Abbiamo trovato un modo per dar loro le gambe per camminare da soli”.

Open-Fuentes. Ricettività e biodiversità eco-sociale

Il progetto intende riqualificare una cascina posta alla base del Montecchio e dar vita a una realtà che possa coniugare tutta una serie di aspetti con finalità sociali.

“L’idea è quella di creare una attività di ristorazione e locanda con 14 posti letto e l’ostello – ha spiegato Cristina Conca, direttore della Cooperativa Larius -. Attorno alla cascina abbiamo a disposizione 34 ettari di terreno, 14 da riattivare per l’agricoltura e 20 di bosco. L’idea è quella di avviare alcune coltivazioni e utilizzare i prodotti nelle mense scolastiche dove già facciamo ristorazione”.

Cristina Conca

La finalità della cooperativa è volta sempre all’inserimento lavorativo di persone svantaggiate: “Tra i vari obiettivi ci sono anche quelli di attivare il patrimonio di biodiversità presenti in quella zona e sviluppare un agricoltura smart, grazie al partner FabLab Sondrio, applicando la tecnologia alle prassi produttive”.

Presente all’incontro anche Luciano Bonfanti della cooperativa Padre Daniele Badiali che si occuperà della ristrutturazione.

Luciano Bonfanti