Successo per l’evento targato Moto club GP

Questa mattina in tanti assiepati in viale della Costituzione ad applaudire le Moto Guzzi

MANDELLO DEL LARIO – Gli appassionati delle Moto Guzzi si sono ritrovati questa mattina, domenica, a Mandello del Lario in viale della Costituzione, in occasione dell’“Avviamento Motori”, evento che quest’anno cade nel centenario dalla nascita del primo prototipo GP (Guzzi – Parodi).

Alla regia il Moto club GP con ha affidato ad Oscar Malugani l’onere e l’onore del ruolo di speaker. Ma le vere protagoniste sono state le Moto Guzzi.

Ad aprire le “danze” sono stati il motocarro Guzzi e l’ultima nata, la V85TT. Subito dopo i ragazzi del team di Ezio Gianola.
Poi è toccato ai Dingo e in particolar modo ai cinque che in occasione del raduno Guzzi di Settembre partiranno dalla Germania per raggiungere Mandello del Lario.
In sfilata anche gli Stornelli (sia da pista che speciali) e ancora le due ruote della Milano-Taranto in onore e a ricordo di Duilio Agostini vincitore assoluto del 1953. Spazio anche agli ospiti e alle moto del Trofeo Guzzi, quindi carrellata delle Guzzi di ogni tipo e genere, le speciali e la mitica 8 cilindri con i campioni a chiudere l’evento.
Occhi puntati anche sulla prima nata di casa Moto Guzzi, l’unica siglata G. P. (Guzzi – Parodi), mezzo tuttavia rimasto al museo Guzzi (oggi aperto) ma fedelmente riprodotto su una serigrafia posta sul motocarro Guzzi.

Ezio Gianola

Molti gli ospiti presenti tra i quali il pluricampione Rodolfo Alippi ed Ezio Gianola che ha recentemente dato vita ad un team con l’obiettivo di “allevare” giovani piloti. Tra i progetti di Gianola anche l’apertura di un pub a Mandello interamente dedicato alla Moto Guzzi.

“La manifestazione di oggi per Mandello e soprattutto per Mandello Città dei Motori è la più importante insieme al raduno Moto Guzzi che si terrà a Settembre – ha dichiarato l’assessore mandellese Franco Patrignani – Voglio ringraziare tutti coloro che si sono adoperati per organizzare questo evento a partire dal Moto Club GP. Un grazie anche alla concessionaria Agostini che ha portato l’ultimo modello di casa Guzzi e alla stessa Moto Guzzi che ha supportato l’iniziativa”.