Valsassina. Inaugurata la 57^ edizione della Sagra delle Sagre

Tempo di lettura: 4 minuti

Riccardo Benedetti: “Oggi siamo qui per la sagra ‘della risposta'”

Consegnato il premio Sagra al noto fotografo lecchese Mauro Lanfranchi

BARZIO/PASTURO – Sono state davvero tantissime le persone che hanno presenziato questa mattina, domenica, all’inaugurazione della 57^ edizione della Sagra delle Sagre in località La Fornace a Barzio.

Ad accogliere i presenti sono stati l’organizzatore Ferdinando “Pucci” Ceresa e Riccardo Benedetti.

Riccardo Benedetti. Alle sue spalle Ferdinando “Pucci” Ceresa

“Le edizioni 2020 e 2021 sono state rispettivamente chiamate ‘del coraggio’ e ‘della speranza’ per via della situazione sanitaria in cui ci trovavamo – ha dichiarato in apertura Benedetti -. Oggi siamo qui per la sagra ‘della risposta’. La nostra è stata una delle poche manifestazioni a non perdere nemmeno un’edizione, nonostante il Covid. Questo merito ci è stato riconosciuto anche dagli espositori che hanno trovato conforto e spazio in un momento estremamente difficile”.

Alla cerimonia, insieme ai sindaci Giovanni Arrigoni Battaia di Barzio e Pierluigi Artana di Pasturo, hanno preso parte diversi rappresentanti delle Amministrazioni comunali della Valsassina e autorità. Tra queste, l’assessore allo sviluppo economico di Regione Lombardia Guido Guidesi, il sottosegretario con delega allo Sport di Regione Lombardia Antonio Rossi, la presidente della Provincia di Lecco Alessandra Hofmann e il presidente della Comunità Montana della Valsassina Fabio Canepari.

A loro, dopo i ringraziamenti di rito, Benedetti si è rivolto con un appello: “Da valsassinese chiedo a tutti voi di fare uno sforzo perché la tangenziale di Primaluna prosegua fino a Cortenova – ha affermato -. Mentre, per quanto riguarda il comprensorio sciistico, ci aspettiamo che sia fonte di sviluppo sostenibile: è importante che porti a un rilancio della zona, ma in un’ottica di rispetto dell’ambiente”.

L’assessore regionale Guido Guidesi

Parola, quindi, all’assessore regionale Guidesi: “Arriviamo da anni difficili per gli espositori e per gli organizzatori che da sempre si impegnano per promuovere eventi che portano alla valorizzazione e allo sviluppo dei territori e alla diffusione della conoscenza di arti e mestieri – ha commentato -. Come assessorato, abbiamo deciso di ideare strumenti che andassero a sostegno delle fiere e delle manifestazioni con il pensiero che dove la Regione mette uno deve esserci un moltiplicatore. In questo caso siete voi il nostro moltiplicatore“.

Rivolgendosi poi agli espositori Guidesi ha aggiunto: “Abbiamo bisogno di far sistema, di creare reti di cui Regione vuole essere parte. Siamo convinti che per sostenere il lavoro dobbiamo sostenere innanzitutto le imprese che troveranno una Regione sempre al loro fianco, in tutto ciò che ci compete”.

Mauro Lanfranchi insieme al sottosegretario regionale Antonio Rossi

Al termine dei discorsi il comitato organizzatore ha assegnato il noto Premio Sagra, dedicato alla memoria di Renato Corbetta, al fotografo lecchese Mauro Lanfranchi che “con le sue foto ha fatto conoscere la Valsassina”.

Come ricordato da Benedetti, la Sagra è anche un momento di solidarietà: infatti, anche quest’anno, sarà possibile aderire alla Lotteria, gestita dalla Cooperativa Le Grigne, volta a sostenere il progetto di realizzazione di una residenza ‘Dopo di noi’ per le persone con disabilità.

Dopo la benedizione impartita da don Lucio Galbiati, che ha ringraziato per “la piccola parte che ciascuno fa e che sommata a quella degli altri fa tanto”, la presidente della Provincia di Lecco Alessandra Hofmann ha tagliato il nastro di inaugurazione, affiancata dall’assessore regionale Guido Guidesi, dal presidente della Comunità Montana della Valsassina Fabio Canepari e dalle altre autorità.

E sulle note dell’inno di Mameli eseguite dal Corpo Musicale Santa Cecilia di Barzio la 57^ edizione della Sagra delle Sagre ha avuto inizio.