Calolzio. Dolore per la morte di Serena Lanfranchi, aveva 45 anni

Tempo di lettura: 1 minuto

Calolzio e il mondo del volley piangono Serena Lanfranchi

Ricoverata in ospedale da alcuni giorni, è morta all’età di 45 anni

CALOLZIOCORTE – Grande dolore a Sala di Calolziocorte per la scomparsa di Serena Lanfranchi. Nelle scorse settimane era stata ricoverata all’ospedale di Lecco con i sintomi del coronavirus, ma nonostante la giovane età purtroppo le sue condizioni si sono aggravate con il passare dei giorni e oggi, martedì, la drammatica notizia che ha fatto il giro della città lasciando attonita un’intera comunità.

La sua famiglia, originaria di Sala, è molto conosciuta. Legata all’oratorio, Serena aveva una grandissima passione per la pallavolo che aveva coltivato fin da ragazzina giocando a Calolziocorte, a Vercurago e in molte squadre del circondario. Una palleggiatrice molto brava, in tanti se la ricordano, sempre presente sui campi da gioco prima in Federazione, poi nel Csi e nei vari tornei estivi in provincia. Una persona carina, molto posata e divertente.

Tanta la gente incredula alla notizia della sua scomparsa e molti i messaggi di cordoglio sui social: “Ricordo il tuo sorriso Sere, la tua voce mentre giocavamo a pallavolo… sempre lo stesso sorriso anche quando ti ho incrociato quest’estate… ce l’avevi nell’anima quel sorriso”. “Ogni tanto ci si incrociava per strada e i ricordi correvano al campo da gioco e alla nostra adolescenza. Ti porterò sempre nel cuore, ciao piccola Sere”.

Serena Lanfranchi lascia mamma Pinuccia, papà Angelo e i fratelli Roberto e Elena.