Gravissimo incidente sulla Lecco-Bellagio: un morto

Tempo di lettura: 4 minuti

La strada è stata chiusa per permettere le operazioni di soccorso

Lo scontro frontale è avvenuto all’uscita dalla galleria Melgone

MANDELLO – Gravissimo incidente sulla SS583 Lariana Lecco – Bellagio nel primo pomeriggio di oggi, sabato 6 aprile. Un uomo, Elvezio Fumagalli, classe 1967, di Valmadrera, ha perso la vita a causa del terribile frontale avvenuto appena dopo la galleria del Melgone, all’altezza del Motel Nautilus.

Scontro frontale

In base a quanto è stato possibile apprendere sul posto i due mezzi, un furgoncino Ford nero e un camioncino dei polli allo spiedo, si sono scontrati appena dopo l’uscita della galleria.

Il camion condotto da un ambulante da mercato da Valmadrera saliva verso Bellagio mentre l’altro, un furgoncino della Ford viaggiava in senso contrario. Per motivi ancora non noti, anche se non è da escludere l’alta velocità, il furgoncino Ford ha invaso l’altra corsia andando a scontrarsi frontalmente con il camion.

Il furgoncino sul quale viaggiava Elvezio Fumagalli

Morto sul colpo

L’urto è stato violentissimo. Il furgoncino Ford ha effettuato un testa coda andando a sbattere contro il muro. Per l’uomo alla guida del mezzo, il valmadrerese Elvezio Fumagalli, non c’è stato più niente da fare. E’ praticamente morto sul colpo. Ferite e comprensibilmente sotto choc invece le altre tre persone, residenti a Lezzeno, che si trovavano a bordo del furgoncino del pollo allo spiedo.

Strada chiusa

Sul posto si sono precipitate due ambulanze (Croce Rossa Valmadrera e la Croce San Nicolò), i Vigili del Fuoco, la Polizia locale di Malgrate, i carabinieri di Valmadrera e la Polizia stradale. I rilievi sono stati affidati a quest’ultima. Chiusa la strada Lariana per consentire le operazioni di soccorso e tutti i rilievi del caso: i Carabinieri si sono spostati a Parè per avvisare gli automobilisti e invitarli a raggiungere Oliveto da Valbrona. La strada resterà chiusa per almeno due o tre ore.

La vittima

Elvezio Fumagalli

Stava viaggiando verso Valmadrera Elvezio Fumagalli, vittima del tragico incidente. L’uomo, classe 1967, autista di bus, era a bordo del suo furgoncino Ford, quando all’altezza della curva prima della galleria si è scontrato frontalmente con il camion che viaggiava in direzione opposta. Increduli alcuni amici, accorsi sul luogo del sinistro poco dopo aver appreso la notizia: “Elvezio era un autista, guidare e il suo mestiere – ricordano – assurdo quanto accaduto. Il furgoncino era praticamente nuovo, l’avrà acquistato meno di due mesi fa, per fare taxi serale durante l’estate: un servizio che aveva pensato per i turisti ma anche per i giovani che durante la bella stagione frequentano di più i locali di Parè, Onno e Bellagio. Elvezio era un amico ‘esplosivo’, praticamente non stava mai fermo. Non possiamo crederci”.

Le polemiche

Sul tragico incidente è accorso anche Jost Jose, proprietario del Motel Nautilus che si trova proprio lungo la strada statale Lariana, appena dopo la galleria del Melgone.

Il proprietario del Nautilus Motel Jost Jose

“E’ una vergogna – ha dichiarato senza mezzi termini – non so neanche io le volte che ho chiesto alle amministrazioni competenti di intervenire e posizionare un radar o delle telecamere su questa strada, dove automobilisti e motociclisti corrono neanche fossero all’autodromo. Nel 2016 mi ero già mobilitato dopo un altro incidente mortale, accaduto sul rettilineo a pochi metri da qui – ha continuato – ma nessuno ha mosso un dito e siamo ancora qua a piangere un morto. Adesso basta, se necessario farò un esposto in Prefettura: questa strada, soprattutto adesso con la bella stagione, è un vero viavai, chi va veloce deve essere multato, che si provveda, senza rimandare” ha concluso.