Si perdono nel buio al passo dello Spluga, riportati a valle dai soccorritori

Tempo di lettura: 1 minuto

Due escursionisti, di cui una lecchese, hanno perso l’orientamento rientrando da una camminata

Raggiunti dal soccorso alpino e riaccompagnati alle loro auto

MADESIMO – Ieri sera, lunedì, la stazione di Madesimo del Soccorso alpino ha ricevuto l’allertamento per due persone che avevano perso l’orientamento. Si tratta si un uomo di Mariano Comense e di una donna di Lecco, che si trovavano nella zona del Passo Spluga, nei pressi del confine di Stato, a circa 2350 metri di quota.

Erano partiti per un’escursione verso i Laghi Azzurri del Suretta, avevano anche un equipaggiamento corretto per questo tipo di camminata ma in fase di rientro, forse anche a causa del buio, si sono persi. Non erano sicuri di poter scendere in sicurezza dal versante in cui si trovavano, per la presenza di alcuni salti di roccia; allora hanno chiesto aiuto.

Una volta ottenute le coordinate, le squadre (composte da sei soccorritori, più altri sei pronti per intervenire in caso di necessità e per coordinare le operazioni in sede) hanno individuato le luci delle lampade frontali. In circa tre quarti d’ora di cammino li hanno raggiunti e riaccompagnati, illesi, alle loro auto.