Merate in lutto per la morte di Calogero Rizzo, dipendente delle Poste

Tempo di lettura: 1 minuto

L’uomo era risultato positivo al coronavirus ed era stato ricoverato in ospedale, dove purtroppo è morto

Una persona per bene ed elegante: il ricordo commosso dei colleghi e degli amici che hanno avuto la fortuna di conoscerlo

 

MERATE – Dolore e commozione in tutta la città per la scomparsa di Calogero Rizzo, dipendente dell’ufficio postale di via della Rondinella. 61 anni, ormai prossimo alla pensione, l’uomo era ricoverato in ospedale dopo essere risultato positivo al test del coronavirus. Una situazione che aveva anche comportato la chiusura per un giorno dell’ufficio postale per permettere la sanificazione degli ambienti e assicurare la riapertura degli sportelli, avvenuta seppur a orario ridotto.

Ieri, lunedì, la notizia che ha riempito di sgomento e cordoglio un’intera città. Ricoverato in ospedale da giorni, Rizzo purtroppo è morto. Tantissimi i messaggi di affetto, stima e gratitudine che amici, colleghi e parenti gli hanno tributato sul suo profilo Facebook, ricordandolo come una persona gentile, educata, elegante e dai modi affabili. “Mi dispiace tantissimo, tanti anni passati a lavorare insieme, sono vicina a voi, sentite condoglianze” scrive un ex collega. “Che la terra ti sia lieve Calogero, ricorderò sempre il tuo sorriso e la gioia e la cura che mettevi in tutte le cose” ha aggiunto un’altra persona. “Mi hai lasciato senza nemmeno poterci regalare un ultimo abbraccio…Sei stato un Caro Amico, un Collega stupendo, una Persona perbene….Sarai sempre nel mio cuore”.