Concordato Maggi Catene, presentata la proroga. Ora tocca al tribunale

Tempo di lettura: 1 minuto

L’azienda comunica ai sindacati la richiesta di proroga depositata in tribunale

Il piano dovrebbe recepire le modifiche richieste per tutelare i crediti dei lavoratori

OLGINATE – Come promesso negli ultimi incontri con i rappresentanti dei lavoratori, la Maggi Catene ha presentato in Tribunale la richiesta di proroga al piano di concordato, integrando le modifiche richieste dai propri dipendenti riguardi ai crediti per il TFR. Lo si apprende venerdì mattina da fonti sindacali.

“Auspichiamo che le modifiche richieste siano state recepite e che il tribunale possa dare una risposta affermativa alla richiesta di proroga avanza dall’azienda” spiega Marco Oreggia della Fim Cisl.

La comunicazione è arrivata ai lavoratori attraverso Confindustria: “Oggi non abbiamo in mano altro che questa comunicazione – spiega dalla Fiom Cgil, Maurizio Oreggia – vorremo quindi poi verificare il documento con i nostri occhi”.

Se ne sarà di più nei prossimi giorni.“Il 30 aprile è già stato fissato un nuovo incontro con l’azienda – spiega Enrico Azzaro della Uil – ci siederemo ancora una volta allo stesso tavolo, alla sede di Confindustria”.