Prima i pescatesi: il sindaco regolamenta l’accesso all’anagrafe per i non residenti

Tempo di lettura: 1 minuto
Il sindaco di Pescate Dante de Capitani

Autentiche di firme solo su appuntamento per chi non è di Pescate

“Paghiamo dazio per la nostra efficienza. Ognuno sia efficiente a casa propria”

PESCATE – “Da oggi (11 ottobre) solo i residenti a Pescate potranno avere, presso l’ufficio anagrafe, le autentiche in tempo reale di firme su dichiarazioni sostitutive di atti di notorietà e per autentiche di foto, mentre per i non residenti si procederà solo per appuntamento”.

Ad annunciarlo è il sindaco di Pescate Dante De Capitani: “Da qualche settimana veniamo subissati da richieste di persone residenti fuori dal comune, Lecco in particolare, che per non aspettare i tempi lunghi dei loro uffici di riferimento, vengono tutti qui a Pescate a chiedere certificati ingolfando i nostri sportelli”.

Una situazione che ha costretto il sindaco di Pescate a prendere la decisione di regolamentare l’accesso all’ufficio: “Adesso basta, chi non risiede a Pescate e vuole i nostri servizi dovrà richiederli su appuntamento perché noi non siamo qui a ‘fare la pappa’ a tutti. Sul nostro sito comunale ho fatto esporre in maniera chiara le nuove disposizioni. Se l’anagrafe di Pescate è così efficiente da rilasciare subito gli atti amministrativi, non per questo dobbiamo pagare dazio al territorio. Ognuno sia efficiente in casa propria come lo siamo noi”.