Il PD di Merate: “La Regione premia Trenord, fregandosene dei pendolari”

Tempo di lettura: 2 minuti

Affidamento del servizio ferroviario a Trenord, critiche dai ‘dem’ di Merate

“La Lega in Regione se ne frega dei pendolari. I nostri sindaci hanno bocciato Trenord”

MERATE – “Questa la decisione che la giunta regionale del presidente Fontana ha preso il 23 Dicembre in parziale contraddizione con la risoluzione consigliare del Novembre 2018 con la quale prevedeva un rinnovo fino al 2026. I nostri circa 800.000 pendolari che in Lombardia devono servirsi di Trenord sapranno chi ringraziare per i 5 miliardi che sborseremo per rinnovare un’altra volta un servizio terribile e di pessima qualità.

Sarà davvero questa azienda a gestire i collegamenti delle Olimpiadi 2026 Milano – Cortina? Ma voi riuscite a immaginare un’assurdità del genere e la figuraccia mondiale che l’Italia dovrà fare ancora una volta?

Facciamo un attimo “le pulci”. Il Contratto di servizio tra Regione e Trenord prevede una cosa ad oggi non chiarita: “Regione Lombardia deve indicare (sentite associazioni consumatori e pendolari) le linee guida per investire le somme provenienti da penali”.

Chiediamo quindi a Regione Lombardia e ai suoi esponenti leghisti: come saranno impiegati le penali di 8 milioni per disservizi e i circa 7 milioni per servizi non resi? Per altro, come ha già fatto notare il comitato pendolari meratese, Regione Lombardia può assegnare ad altro operatore fino al 15% delle linee. Quali valutazioni hanno escluso questa opportunità? I pendolari propongono e indagano eccome ma nessuno sembra recepire né informare sulle scelte.

Relativamente, invece, al “Piano Investimenti”: Regione Lombardia pensa che i circa 9 milioni previsti per la Milano-Monza-Lecco-Sondrio e S8 (circa 1% del totale previsto in Lombardia) siano sufficienti a dotare il nostro territorio di servizi efficienti? Anche qui, non è dato sapere qualcosa in merito.

Lo scorso dicembre in un’affollata assemblea dei Sindaci del meratese la bocciatura del servizio Trenord è risultata praticamente unanime. Cosa fare quindi adesso che Fontana e Terzi vogliono riaffidare il servizio per altri 10 anni senza gara all’inefficiente TRENORD srl?

In particolare, chiediamo ancora che tutti, a partire dal Sindaco di Merate che dovrà rispondere in consiglio comunale alla mozione presentata dal nostro segretario sul rinnovo a Trenord, si attivino concretamente per far cambiare idea alla giunta Fontana facendo quanto è nelle loro possibilità. Attendiamo da troppo tempo ormai un segnale a fianco di pendolari e dei dipendenti di Trenord.

Sforziamoci per una grossa unione di intenti tra amministratori locali, comitati pendolari e sindacati dei ferrovieri e solleviamo Trenord dall’incarico!”

Circolo PD Merate