Leggermente: continua il festival della lettura, il programma del 21 e 22 marzo

Dopo i primi eventi, grande soddisfazione per gli studenti e gli insegnanti, ma anche per gli organizzatori

LECCO – Continua con grande soddisfazione per gli studenti e gli insegnanti (ma anche per gli organizzatori) l’edizione 2019 di Leggermente.

Il programma si presenta molto fitto anche nelle giornate di giovedì 21 e venerdì 22, con in particolare quest’ultima data ricca anche di eventi aperti al pubblico.

Giovedì 21 marzo

Giovedì 21 marzo Palazzo del Commercio ospiterà i seguenti autori:

  • Andrea Franzoso (“Disobbediente! Essere onesti è la vera rivoluzione?”; alla sera alle ore 21 l’autore presenterà il suo libro-denuncia presso la Libreria Volante di Lecco),
  • Marco Magnone (uno degli autori del romanzo a più mani “Fuga”),
  • Giorgio Capellani (“Crescere nell’era digitale”).

All’esterno rispetto alla sede di Confcommercio Lecco interverranno:

  • Dino Ticli (“Avventure dell’antica Roma: Lucio e le miniere dell’imperatore”, Biblioteca Pozzoli di Lecco),
  • Antonio Sualzo (“La zona rossa”, Istituto Maria Ausiliatrice),
  • Stefano Bordiglioni (“Polvere di stelle”, Aula magna Pascolo a Calolzio),
  • Natale Perego (“Il drago non mi fa paura”, Scuola Primaria di Garbagnate Monastero),
  • Bruno Tognolini (“Parole in rima, in gioco e sul serio”, Palazzo delle Paure di Lecco).

Nella giornata del 21 marzo sono previsti anche gli spettacoli a cura di Il Filo Teatro (a Palazzo del Commercio e in Sala Ticozzi, sempre a Lecco) e della Associazione Culturale Colapesce (Biblioteca Pozzoli di Lecco). Da segnalare che l’incontro previsto giovedì alle ore 18 con il professor Pier Aldo Rovatti è stato rinviato per cause di forza maggiore.

Venerdì 22 marzo

Alla mattina e nel primo pomeriggio saranno protagoniste, con le scuole e gli alunni, le associazione Il Filo Teatro, Associazione Culturale Colapresce e l’associazione Albero Blu, oltre ovviamente a numerosi autori quali:

  • Giorgio Spreafico (“La bici di Coppi e la sfida del Ghisallo”, Istituto Maria Ausiliatrice),
  • Dino Ticli (“Terra pianeta inquieto”, Palazzo del Commercio),
  • Luigi Ballerini (“Torna da me”, Palazzo del Commercio),
  • Giorgio Personelli (“Mitico!”, Casa dell’Economia di Lecco),
  • Alessandro Barbaglia (“L’atlante dell’invisibile”, Liceo Agnesi di Merate),
  • Luca Perri (“Errori galattici”, Biblioteca Pozzoli di Lecco),
  • Alice Montagnini (“Mi è piovuto in testa”, Palazzo del Commercio).

Quattro gli appuntamenti aperti al pubblico previsti nel pomeriggio

  • Alle ore 17 nella sala conferenze di Palazzo del Commercio Mauro Novelli (vicepresidente del Centro Nazionale Studi Manzoniani, docente all’Università degli Studi di Milano e membro della Giuria del Premio Alessandro Manzoni organizzato da 50&Più Lecco) presenterà il suo libro “La finestra di Leopardi: viaggio nelle case dei grandi scrittori” (Feltrinelli), un viaggio sentimentale, ironico e insieme appassionato, nelle dimore dei grandi autori: Petrarca, Manzoni, Pavese, Fenoglio, Leopardi, d’Annunzi, Tasso, Carducci, Pascoli, Quasimodo, Pirandello, Deledda, Pasolini e tanti altri ancora.
  • Alle ore 18.30, sempre nella sala conferenze di Palazzo del Commercio, spazio invece a Giacomo Papi e al suo “Il censimento dei radical chic” (Feltrinelli). In un’Italia ribaltata – eppure estremamente familiare – le complicazioni del pensiero e della parola sono diventate segno di corruzione e malafede, un trucco delle élite per ingannare il popolo, il quale, in mancanza di qualcosa in cui sperare, si dà a scoppi di rabbia e applausi liberatori, insulti via web e bastonate, in un’ininterrotta caccia alle streghe. Con spietata intelligenza e irrefrenabili risate, Papi costringe i lettori a vedere, più che il futuro prossimo, il nostro presente.
  • Alle ore 18, presso Mondadori Bookstore – Libreria Cattaneo di via Roma a Lecco Carlo Maria Lomartire presenterà il suo libro “Gli Sforza” (Mondadori). Restando fedele alle date, ai luoghi e ai fatti storici, ma con scrittura gustosa nei dettagli, Lomartire racconta non solo le vicende umane e sentimentali che ruotano intorno ai principali protagonisti della famiglia Sforza, ma anche un’intera epoca, piena di rivolgimenti politici e di trasformazioni sociali.
  • Sempre alle ore 18 presso La Nostra Famiglia di Bosisio Parini, verrà invece presentato il libro di Andrea Vitali “Bella Zio” dedicato a Beppe Bergomi, grande capitano e colonna dell’Inter, oggi commentatore televisivo. La sua parabola agonistica prende avvio nella tranquilla realtà dell’hinterland milanese, in una famiglia semplice, tra le scuole dalle suore e il tempo libero all’oratorio, sempre con la palla al piede. Nulla sfugge a Vitali nel dare voce alla sobrietà e intelligenza dell’ex Campione del Mondo (a 18 anni): tra ironia e paradosso, aneddoti di costume, successi e dolori, Vitali ci fa rivivere gli esordi del calciatore, ma anche una stagione passata dell’Italia. All’incontro saranno presenti sia Vitali che lo Zio Bergomi.

Doppia presentazione letteraria alla sera.

  • Alle ore 21 presso Palazzo del Commercio torna a Lecco un grande amico di Leggermente, ovvero il giornalista Paolo Rumiz che presenterà il suo libro “Il filo infinito” (Feltrinelli), un nuovo grande viaggio, da Norcia e ritorno, attraverso l’Europa dei monasteri, alla riscoperta dei valori fondanti del continente. In un momento in cui i seminatori di odio cercano di fare a pezzi l’utopia dei loro padri, i discepoli di San Benedetto da Norcia mostrano che l’Europa è, prima di tutto, uno spazio millenario di migrazioni. Una terra “lavorata”, dove – a differenza dell’Asia o dell’Africa – è quasi impossibile distinguere fra l’opera della natura e quella dell’uomo. Un paradiso che è insensato blindare con reticolati.
  • Sempre alle ore 21, ma presso la Pizzeria Fiore di Lecco, Alessandro Gallo presenterà, invece, “Scimmie” (Navarra Editore). Liberamente ispirato alla figura di Giancarlo Siani per il personaggio del giornalista, e a tanti giovani che rischiano di cadere nelle reti della criminalità, “Scimmie” è un romanzo ruvido, acerbo, come i quindici anni dei tre protagonisti, messi a fuoco dalla giovane voce di Alessandro Gallo, un esordiente che promette molto.
  • Da segnalare alle sera alle ore 20.45 presso l’auditorium di Teatro Invito a Lecco anche la rappresentazione della commedia “Sogno di una notte di mezz’estate” scritta da Shakespeare. Un testo dove tutto rinvia all’amore, che si ispira agli antichi riti di fertilità che si svolgevano nella campagna inglese nel passaggio tra primavera ed estate. Una commedia misteriosa, che parla d’amore, ma anche della paura e della morte. Per informazioni sui biglietti e prenotazioni: email segreteria@teatroinvito.it; sito www.teatroinvito.it.