Teatro Invito dedica un ciclo di tre spettacoli alla montagna

Il primo appuntamento il 18 gennaio con il film documentario sulla Dorsale Orobica Lecchese

LECCO – La mini rassegna di Teatro Invito dedicata alla montagna inizia venerdì 18 gennaio.  “Da cima a fondo” è il titolo del ciclo di tre appuntamenti rivolti allo stretto rapporto tra la Lecco e il mondo verticale.

Il direttore artistico Radaelli

I tesori della Dorsale Orobica Lecchese

E’ in programma venerdì 18 gennaio (ore 20.45) nello spazio Teatro Invito (via Foscolo a Lecco) il documentario sulla Dorsale Orobica Lecchese (Dol). Il film segue il viaggio di escursionisti lungo il sentiero che tocca la Linea Cadorna, le miniere di ferro, gli alpeggi dove l’arte casearia si dispiega in eccellenti tradizioni. La presentazione a cura del regista Carlo Limonta sarà preceduta da un intervento musicale del M° Martin Meyes al corno delle Alpi.

Nell’ombra della luna

“Nell’ombra della luna”, il libro di Daniele “Ciapin” Chiappa, racconta storie del Soccorso Alpino accadute sulle montagne lecchesi. Serve un grande spirito di insieme: il gruppo dei soccorritori deve seguire un unico ritmo, con rigore ma anche con fluidità, potenza e precisione.

I grandi tamburi Taiko renderanno omaggio a questo impegno, sabato 19 gennaio alle 20.45. Le storie saranno raccontate con musiche dal vivo: le percussioni giapponesi, strumenti di grande varietà timbrica, arricchiscono la narrazione, dandole profondità. Il palco viene trasformato in uno spazio sacro dove le storie, i suoni, le emozioni emergono e prendono vita. Si ringraziano Anna Laini, Viola Montirosso, Roberto Chiappa.

Lo sguardo dall’alto

Luca Radaelli e Ruggero Meles, sabato 26 gennaio alle 20.45, parleranno del rapporto tra l’uomo e la montagna. Verrà affrontato il periodo pionieristico dell’alpinismo cominciando con l’interesse scientifico per la montagna dello scrittore e geologo abate Antonio Stoppani, passando attraverso le prime forme di turismo alpino, per soffermarsi su alcune figure significative del legame che si crea tra città e montagna.

La conferenza sarà intervallata da letture teatrali di testi dedicati al tema: da Marc’Aurelio a Goethe, da Petrarca a Leopardi fino a Fosco Maraini e Walter Bonatti, accompagnate da musiche sapientemente selezionate di Franz Liszt, Jan Garbarek, Keith Jarrett, Arvo Pärt.

IL LIBRETTO CON LE PROPOSTE DELLA STAGIONE TEATRALE