Festa di Brivio: niente fuochi e bancarelle a causa del Covid

Tempo di lettura: 2 minuti

Lo ha deciso la Pro Loco nell’ultimo direttivo: “Seguiamo la linea della prudenza e del rispetto”

La festa di Brivio 2020 si limiterà allo svolgimento delle funzioni religiose e di due iniziative musicali

 

BRIVIO – Sarà una festa di Brivio in versione ridotta quella in programma il prossimo mese di settembre. Nell’ultima riunione del consiglio direttivo, la Pro Loco ha affrontato anche la delicata questione relativa all’organizzazione della manifestazione che ogni anno attrae in paese tantissimi visitatori soprattutto per via delle bancarelle e dello spettacolo pirotecnico con i fuochi d’artificio sul fiume.

“La Festa di Brivio 2020 si limiterà allo svolgimento delle funzioni religiose e di due iniziative musicali – hanno fatto sapere dal direttivo -.  Non ci sarà lo spettacolo pirotecnico e non si terranno le varie iniziative tradizionalmente legate alla festa. Abbiamo deciso di seguire la linea della prudenza e del rispetto”.
Durante la riunione del direttivo è stato anche approvato il rendiconto 2019: “Le numerose manifestazioni organizzate nel secondo semestre dal nuovo consiglio, hanno consentito un accantonamento netto di oltre 10.000 euro portando le disponibilità liquide a 33.000 euro”.
Durante la serata, sono state anche accettate le dimissioni presentate da Orietta Mauri, a cui è stato rivolto un ringraziamento per il tempo e l’impegno dedicato alla Pro Loco portando competenza e professionalità nell’organizzazione degli eventi musicali. “Sarà temporaneamente sostituita nel ruolo di segretario dal vice presidente Roberto Bonfanti.
Riqualificheremo la ringhiera e le fioriere del lungo fiume in accordo con il Comune.
Il lavoro già svolto per organizzare le manifestazioni del primo semestre 2020 non andrà perso. Le riproporremo nel 2021″