Merate: verrà rimosso l’amianto al Mandic

Tempo di lettura: 1 minuto

MERATE – La buona notizia è arrivata in coda all’assemblea pubblica convocata giovedì scorso, 7 febbraio, dal movimento Cinque stelle.  Verrà rimosso l’amianto ancora presente all’ospedale San Leopoldo Mandic. A comunicare la notizie è stata Cinzia Manzoni, presidente dell’associazione gruppo Mesotelioma: “Sono stata convocata direttamente in ospedale a Lecco e la direzione mi ha avvisato dell’intenzione di rimuovere le lastre di eternit dalla copertura del padiglione Airoldi e Fossati in cui una volta erano ospitati gli ambulatori. Mi hanno assicurato che l’intervento avverrà entro l’anno”.

La conferma dell’Asst di Lecco

Una comunicazione confermata anche dal dottor Roberto Agnesi, responsabile Udc del Servizio prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro dell’Ats Monza Brianza. “I lavori verranno eseguiti entro la fine dell’anno. Erano già previsti, ma si è verificato un problema con la ditta incaricata”. E’ infatti avvenuto, come si legge anche nel documento presentato dal direttore generale Paolo Favini ai sindaci durante l’incontro del 30 gennaio, il recesso dall’incarico della ditta affidataria della progettazione e dell’esecuzione delle opere. Ora è in corso il nuovo affidamento della progettazione a cui seguirà l’assegnamento delle opere. I lavori hanno un costo stimato di un milione e 200mila euro. La speranza è ora che dagli auspici e dalle previsioni si passi ai fatti.