Valmadrera. Un finanziamento per fare uno screening degli edifici comunali

Tempo di lettura: 2 minuti

Indagini diagnostiche e verifiche sugli edifici scolastici

“Un intervento che potrà favorire il miglior inquadramento del patrimonio comunale”

VALMADRERA – Al fine di garantire la sicurezza degli edifici scolastici e di prevenire fenomeni di crollo dei relativi solai e controsoffitti, il Ministero ha indetto una procedura pubblica nazionale per l’erogazione di contributi per indagini diagnostiche e verifiche sui solai e sui controsoffitti degli edifici pubblici adibiti ad uso scolastico.

Anche il Comune di Valmadrera, a seguito di formale istanza inoltrata, ha visto riconosciuto, con decreto direttoriale del Miur, lo stanziamento di risorse, per un importo complessivo pari a 28.000 euro, per l’effettuazione delle verifiche e/o indagini strutturali sugli edifici scolastici pubblici di proprietà comunale identificati nell’Istituto Comprensivo Statale “L. B. Vassena”, in Via Frà Cristoforo n. 6, nella Scuola dell’Infanzia “C. Collodi”, in Via Bovara n. 101 e nella Scuola Primaria Statale “G. Leopardi”, in Via Leopardi n. 9.

Con provvedimento di fine dicembre 2020 è stato perfezionato l’affidamento delle indagini alla ditta specializzata Tenoindagini S.r.l. – Diagnostica per l’Edilizia – con sede in Cormano (MI). Lo svolgimento delle indagini stesse, a fronte delle inevitabili interferenze potenzialmente arrecate alle attività scolastiche, sia propriamente didattiche che gestionali delle strutture interessate, dovranno vedere il più stretto coordinamento tra l’Amministrazione Comunale e la Dirigenza scolastica, al fine di contemperare le esigenze di effettuazione delle valutazioni ed indagini strumentali con quelle correlate alle attività scolastiche stesse.

Con questo programma, grazie al contributo ministeriale richiesto e ottenuto, l’Amministrazione Comunale mostra di voler proseguire nel perseguimento di azioni volte a garantire la migliore conservazione degli edifici scolastici di cui è proprietaria, favorendo ogni iniziativa utile al monitoraggio ed alla prevenzione di eventuali problematiche inerenti alla sicurezza degli stabili stessi e, soprattutto, della particolare utenza dei plessi di cui trattasi.

Lo studio in sintesi

  • indagini non strutturali, comprensive di studi e prove di laboratorio finalizzate all’approfondimento delle problematiche derivanti dal fenomeno dei distacchi di intonaco, dello sfondellamento nei solai e della stabilità dei controsoffitti, con metodologia di indagine non invasiva tecnico strumentale (analisi termografica, analisi costruttiva del solaio mediante l’esecuzione di microdemolizioni, analisi costruttiva del controsoffitto mediante osservazione visiva e/o endoscopica, analisi con battitura manuale solai, analisi con metodo strumentale, prove di carico a trazione a campione sui controsoffitti, acquisizione libretto sanitario sullo sfondellamento dei solai;
  • indagini strutturali, comprensive di analisi termografica, analisi costruttiva del solaio per verifica statica/analitica, analisi della profondità di carbonatazione, prova di durezza, prova di carico su solaio, acquisizione certificato di idoneità statica dei solai.

“L’affidamento non ha ovviamente la pretesa di risolvere tutte le eventuali criticità emergenti sulle strutture scolastiche – ha detto il sindaco -. Il contributo ottenuto infatti non contempla il finanziamento delle opere potenzialmente derivanti, ma potrà favorire il miglior inquadramento del quadro esigenziale riguardante il patrimonio comunale destinato alla scuola e permettere la conseguente eventuale più adeguata programmazione di interventi finalizzati alla migliore tutela e salvaguardia del patrimonio e dell’utenza interessata, studenti e personale scolastico”.