Volley Parella Torino – AcciaiTubi Pallavolo Lecco A. Picco 2-3 (14-25, 25-18, 25-18, 21-25, 10-15)

LECCO – Una vittoria importante, una vittoria sudata e per nulla scontata. L’AcciaiTubi sta vivendo un momento delicato con la fine di questo primo campionato di B1 da sogno.

I due infortuni quasi in contemporanea di Stomeo e Mandaglio, i palleggiatori biancorossi, hanno gettato un velo d’ombra sulla squadra.

Milano ha dovuto ricorrere alle squadre giovanili chiamando Roncon dalla serie C e Ronzoni che gioca in C e in Under 18.

E tutto questo succedeva a -2 punti dalla certezza matematica dei playoff. E i due punti sono arrivati.

Oltre alla classifica, è bene dare uno sguardo più profondo alla partita e sottolineare che la Picco Lecco sta creando un settore giovanile competitivo e pronto a rispondere alle chiamate della prima squadra.

Ecco perché nomi come Mainetti e Dell’Oro, a cui si aggiungono ora Roncon e Ronzoni, devono essere tenuti ben in considerazione come frutto dell’ottimo lavoro tra le giovani.

“Adesso mancano due partite e un solo punto per aver assicurato il secondo posto – hanno detto i dirigenti biancorossi – intanto un grande in bocca al lupo a Debora Stomeo e Alessia Mandaglio perché possano recuperare velocemente dall’infortunio. E che il team biancorosso riesca a chiudere al meglio il campionato!”

“Nel primo set abbiamo sorpreso l’avversario al servizio e a muro, mentre nel secondo la situazione si è capovolta e abbiamo subito noi – commenta coach Gianfranco Milano -. Dal terzo set ho fatto alcuni cambiamenti in campo per formare una squadra che mi sembrava più idonea alla partita, inserendo Sironi, la giovane Roncon e poi il capitano Ferrario. Un grande applauso a tutte le giocatrici, anche a quelle che hanno dimostrato di essere sempre pronte ad entrare in campo e dare il meglio di loro stesse!”.

“È stato tutto emozionante! Sono entrata con la voglia di vincere e di aiutare la squadra. Diciamo che ho cercato di trasformare la paura in carica positiva e per fare ciò mi hanno aiutato tanto sia le compagne che gli allenatori – ha detto Alessia Roncon, al suo debutto in B1 -. La partita era una partita importante, perché vincendo ci avrebbe assicurato il posto per i playoff. Siamo partite bene, poi c’è stato un calo nel secondo set, e ci siamo ritrovate a dover recuperare nel quarto set, sotto di 2-1, e a portare a casa la partita vincendo al tie-break. È stato bello, faticoso, ma soddisfacente. Penso che quello che abbia portato alla vittoria siano stati proprio lo spirito di squadra, la grinta e la voglia di vincere a tutti i costi. Sono felice per come sia andata, ma sono consapevole di poter dare ancora di più e di fare meglio nel caso in cui ci sia necessità”.