Torre del Tribunale, il Comune pronto a “restituirla” al Ministero

    Tempo di lettura: 2 minuti

    Lavori terminati alla torre del nuovo tribunale, manca solo il collaudo

    L’assessore: “Fatto questo, daremo le chiavi al Ministero”

    LECCO – L’immagine dello ‘scheletro’ di quella torre in costruzione, che per troppi anni è rimasto sotto gli occhi dei lecchesi, ormai è solo un brutto ricordo ma il nuovo palazzo di giustizia resta ancora senza inquilini.

    L’amministrazione comunale, concluso il cantiere, è non intenzionato a tenersi ‘in pancia’ l’immobile e punta a restituirlo al Ministero in tempi stretti.

    “I lavori alla torre sono terminati, manca solo il collaudo che faremo a breve. Poi restituiremo le chiavi al Ministero della Giustizia” fa sapere l’assessore ai Lavori Pubblici, Corrado Valsecchi.

    Importante sarà l’incontro già fissato a Roma a cui parteciperà il sindaco Virginio Brivio, che sta gestendo personalmente la partita.

    Resta al momento l’ipotesi di ‘inquilini temporanei’, spiega Valsecchi, “per garantire il presidio della torre”. In passato c’erano già stati dei contatti con il Comando dei Vigili del Fuoco per un eventuale trasferimento dei propri uffici, oggi collocati in via Amendola, nella nuova costruzione del centro città.