Elezioni. M5S resta fuori dal Comune. Fumagalli: “Sono deluso”

Tempo di lettura: < 1 minuto
Il candidato sindaco Silvio Fumagalli

Per una manciata di voti i Cinque Stelle non entrano in Consiglio Comunale

Fumagalli non supera il 4%, i voti alla lista non bastano

LECCO – A risultato ufficiale, il Movimento Cinque Stelle non entra in Comune e perde il seggio conquistato nel 2015 tra i banchi dell’opposizione dall’allora candidato sindaco Massimo Riva.

Il candidato Silvio Fumagalli si è fermato al 3,7% raccogliendo un totale di 893 voti, non sono sufficienti a garantire un rappresentate del movimento nell’aula del municipio. Mancherebbero una ventina di voti all’appello.

“Sono deluso a prescindere – commenta Fumagalli – il dato è di delusione visto l’impegno e le proposte avanzate. Speravamo che il nostro messaggio fosse meglio percepito. Il calo del movimento non è solo a Lecco ma è una tendenza nazionale”.

L’appello al voto disgiunto, fatto altrove, avrebbe potuto favorire i ‘grillini’ anche a Lecco: “Invece abbiamo avuto il voto disgiunto al contrario – dice il candidato – Da quanto ho potuto vedere finora, ho preso più voti io che la lista. Con le altre forze politiche, poi, avevamo poco da spartire, su molte tematiche i pareri nostri e i loro erano molto diversi”.

Da parte di Fumagalli al momento non c’è nessuna indicazione di voto per i suoi sostenitori in previsione del Ballottaggio del 4 e 5 Ottobre.