Milano e hinterland: 7 pronto soccorso in condizioni critiche di iperafflusso

Tempo di lettura: 2 minuti
Immagine di repertorio

Ecco i dati forniti dalla Soreu metropolitane in merito agli accessi al Pronto Soccorso della cintura meneghina

Chiamate e accessi in crescita. Rispetto a ieri, cresciuti del 41% gli accessi per motivi respiratori e infettivi

 

MILANO – Sempre più chiamate alla Soreu metropolitane e accessi in crescita nei Pronto Soccorso della metropoli di Milano per problemi respiratori e infettivi. Tanto che ben sette presidi di emergenza urgenza degli ospedali della cintura meneghina sono attualmente in difficoltà.

Sono i dati riscontrati oggi, dalla centrale Soreu Metropolitana che ha registrato un trend in cresciuta negli ultimi tre giorni. Un aumento di servizi correlato con l’incremento dei contagi  con la recrudescenza del virus. In aumento le chiamate alla centrale operativa, pari ieri, mercoledì 28 ottobre a 2030 e oggi, giovedì, già a quota 1936 alle 17. Vistoso segno positivo anche per il numero degli eventi di soccorso (alle 17 di oggi si è registrato lo stesso numero dell’intera giornata di ieri, pari a 1215), di cui il  38% per eventi respiratori e infettivi.

Un incremento di chiamate e attività a cui è seguito anche un numero di accessi ai Pronto Soccorso degli ospedali di riferimento della SOREU Metropolitana in linea rispetto allo stesso periodo di ieri, con un incremento però degli accessi per motivi respiratori e infettivi, pari al 41%.  Il numero degli eventi respiratori e infettivi processati dalla Soreu Metropolitana è infatti in crescita rispetto a  ieri (+34 alle ore 16).

Per quanto riguarda il tempo medio di sosta in Pronto Soccorso dei mezzi AREU negli ospedali dell’area Metropolitana è pari (al pomeriggio di oggi) a 36 minuti, con una variabilità nel 10% dei casi di  oltre un’ora.
Sul fronte invece dei Pronto Soccorso che mostrano situazioni critiche di iperafflusso si segnala (stando al dato registrato sempre da Soreu alle 18) IRCCS Policlinico di Milano, IRCCS San Raffaele, Ospedale di Saronno, Ospedale di  Rho, Ospedale Sacco di Milano, Ospedali San Carlo e San Paolo di Milano e Ospedale di Cernusco.