Sentieri aperti sul Monte Barro ma raggiungibili solo a piedi

Tempo di lettura: 2 minuti

Il Monte Barro riapre agli escursionisti ma solo a piedi

“Fondamentale godere della natura in cui viviamo, ma libertà vuol dire responsabilità”

GALBIATE / MALGRATE – “Il Parco Monte Barro, sentiti i sindaci del territorio, si trova d’accordo nell’apertura pedonale responsabilizzata delle strade e dei sentieri, ritenendo fondamentale per il benessere dell’individuo avere la possibilità di camminare e godere della natura in cui viviamo”.

Così la presidente dell’ente parco, Paola Golfari, annuncia la “riapertura” del monte lecchese dal 4 maggio, raggiungibile dalla propria abitazione solo a piedi.

“Più libertà però vuol dire anche più responsabilità, per cui ricordiamo sempre che, fino a nuove disposizioni, l’uso dell’auto è consentito con autocertificazione solo per ragioni di lavoro, di salute, visita a congiunti o per necessità – prosegue Golfari – di conseguenza il Parco non può essere raggiunto in automobile e l’accesso ai sentieri è solo pedonale”.

Regione Lombardia ha ribadito che anche all’aperto bisogna usare sempre la mascherina e rispettare la distanza minima di 1 metro tra le persone (2 metri in caso di attività fisica). L’attività fisica deve essere individuale salvo che per accompagnare minori o disabili, come disposto dal DPCM del 26 aprile 2020 e dall’Ordinanza della Regione Lombardia n. 537 del 30 aprile 2020.

Tutti i parcheggi del Parco del Monte Barro resteranno chiusi non essendo di fatto possibile accedere in auto agli stessi. Musei, ristorante, ostello, baite, parchi giochi resteranno chiusi fino a nuovo ordine.

Pian Sciresa solo per i residenti

Stesse regole anche lungo i sentieri peri Pian Sciresa che riaprono ufficialmente ma l’accesso potrebbe essere riservato ai soli residenti. Il Comune di Malgrate fa sapere che Pian Sciresa è raggiungibile solo a piedi. “Stiamo attendendo una specificazione più generale da parte di Regione sulla questione del divieto per i non residenti di spostarsi altrove per fare attività sportiva – spiega il sindaco Flavio Polano – Se non arriverà faremo noi un’ordinanza per consentire l’accesso a Pian Sciresa ai soli residenti”.