Casargo. Conflitto d’interesse? Il sindaco: “Mi tengo stretti i miei collaboratori”

Tempo di lettura: 3 minuti
Il sindaco di Casargo, Antonio Pasquini

Antonio Pasquini risponde all’opposizione sul caso dell’assessore Acerboni

“Nessun contributo assegnato dalla nostra amministrazione. Lavoreremo sempre con trasparenza”

CARSARGO – “Per il momento mi tengo stretti i miei assessori a cui va la mia gratitudine per il supporto che mi stanno assicurando dal 27 maggio con vero spirito di sacrificio e con leale collaborazione senza mai risparmiarsi”.

Il sindaco di Casargo, Antonio Pasquini, risponde con un post in Facebook alle interrogazioni avanzate dall’opposizione sul presunto ‘conflitto d’interesse’ dell’assessore Acerboni, segnalato da Uniti per Casargo, con capogruppo l’esponente della Lega, Giovanni Pasquini.

L’assessore Piergiacomo Acerboni

L’assessore, con delega allo Sport, è infatti membro della Cuccher Ski srl, società che opera nell’ambito della gestione degli impianti sportivi e avente in essere una collaborazione per la gestione del parcheggio comunale in località Alpe Paglio, avviata nel 2018 con la precedente amministrazione comunale.

“Ricordo al capogruppo dell’opposizione del consiglio comunale di Casargo che nei termini previsti dal decreto legislativo n. 267/00 troverà le risposte formali alle tre interpellanze presentate” fa sapere Pasquini che ‘informalmente’ risponde attraverso i social.

“Sulla questione del presunto conflitto d’ interesse voglio ricordare che, mio malgrado, e mi duole ammetterlo, il comune per le evidenti ragioni ‘metereologiche’ ad oggi non ha ancora riconosciuto contributi, agevolazioni etc. a soggetti operanti nel campo turistico, ma appena il bilancio ce lo consentirà, assicuro al capogruppo della opposizione che sarà mia preoccupazione trovare le risorse necessarie per permettere a chiunque operi nel turismo di ricevere tutto il sostegno possibile da parte del comune, in termini di legge e con trasparenza, come fino ad ora abbiamo sempre operato” scrive il sindaco.

Giovanni Pasquini capogruppo di Uniti per Casargo

“Ad oggi la collaborazione fra la ‘Cuccher’ ed il comune risale ad una delibera approvata dalla giunta precedente, quindi nel 2018, a seguito di una missiva inviata dal precedente presidente della Cuccher il 10 novembre 2018. Nella stessa delibera, che il capogruppo dell’opposizione non conosce, si ribadisce ‘che la concessione di cui sopra non si configura come un affidamento di gestione di servizio pubblico e che pertanto la società Cuccher Ski Srl non è titolata a richiedere il pagamento di alcun compenso e/o tariffa etc. etc.’ Qualora l’Amministrazione guidata dal sottoscritto dovesse prendere delle decisioni in merito lo farà secondo i criteri di trasparenza ed imparzialità preferendo ad una delibera di giunta presa ‘impressa impressa’ , una delibera di giunta e del consiglio nel pieno rispetto della normativa vigente e garantendo il criterio di imparzialità”.