L’Avis Calolzio guarda al futuro. Eletto il nuovo direttivo che cresce di due elementi

Tempo di lettura: 6 minuti
Roberta Galli
La presidentessa uscente dell'Avis Calolzio Roberta Galli

Il 29 aprile il nuovo consiglio si riunirà per l’attribuzione delle cariche

I numeri: “Rispetto al 2019 abbiamo avuto 125 donazioni in meno con 10 donatori in meno, calo riconducibile all’effetto covid”

CALOLZIOCORTE – Nella mattinata di ieri, 18 aprile, si è svolta on line l’assemblea annuale della Comunale Avis di Calolziocorte “G. Mapelli”. Durante l’assemblea, oltre a illustrare l’attività svolta nel 2020, quanto sarà possibile svolgere nel 2021, il bilancio 2020 e il preventivo 2021 (illustrato dal tesoriere Manrico Antozzi), si sono svolte le elezioni del nuovo Consiglio Direttivo.

L’elezione è avvenuta mediante la votazione della lista dei soci che avevano fatto pervenire la loro candidatura. Il nuovo consiglio direttivo è composto da 18 consiglieri (16 erano i consiglieri precedenti). Le new entry sono rappresentate da: Nava Miriam, Piccinini Andrea, Riva Pierfrancesco e Sala Eleonora, gli altri eletti già ricoprivano la carica di consigliere nel consiglio uscente.

“Si è quindi allargato il Consiglio Direttivo, perché la nostra associazione ha continuamente bisogno di menti e braccia per poter continuare e realizzare nel modo migliore la propria attività di donazione, formazione, propaganda e collaborazione con il mondo esterno” ha detto Roberta Galli presidente nel direttivo uscente.

Ai consiglieri eletti si sono affiancati i nuovi collaboratori: Balconi Franco, Brambilla Giuseppe, Brini Giorgio, Chiappa Lucia, Nocera Luigi, che hanno voluto dare la loro disponibilità all’attività dell’associazione, pur non facendo parte del Consiglio Direttivo. Il Consiglio Direttivo per l’attribuzione della cariche sociali si terrà giovedì 29 aprile alle ore 20.30, durante il quale saranno eletti il Presidente, i Vice presidenti, il tesoriere e il segretario della Comunale.

All’assemblea sono intervenuti il Sindaco di Calolziocorte Marco Ghezzi, il vicesindaco Aldo Valsecchi, che hanno esaltato il valore aggiunto dato alla città dalle associazioni di volontariato del territorio, ricordando il difficile anno che anche Calolzio ha dovuto attraversare. Il Sindaco di Erve Giancarlo Valsecchi, donatore attivo, ha ribadito il sostegno e la vicinanza del Comune di Erve all’associazione e alle varie iniziative che verranno proposte in futuro. Il Presidente dell’Avis Provinciale di Lecco Giorgio Grassi ha sottolineato l’impegno profuso da tutte le Avis comunali della Provincia di Lecco e dai loro Presidenti, che danno lustro all’Avis Provinciale, oltre a ribadire l’importante attività della donazione del sangue che rende la nostra provincia tra le più attive.

La presidente uscente Roberta Galli ha ricordato i quattro pilastri sui quali si è fondato il programma degli ultimi quattro anni di mandato:

  • Formazione: incontri informativi nelle scuole secondarie e superiori del nostro territorio (10 incontri complessivi in 4 anni).
  • Informazione e Propaganda: serate sulla salute e periodico Avisnews (8 serate salute, 7 numeri del nostro periodico, 4 giornate mondiali, 4 maratone Telethon).
  • Feste Sociali ed Eventi Ludici: 4 feste del donatore, 1 anniversario del Gruppo di Erve, 6 eventi sportivi.
  • Collaborazione con le altre Associazioni del territorio: Aido, che abbiamo accolto nella nostra sede e Volontari del Soccorso.

“Possiamo dire che, se in modo diverso rispetto agli anni precedenti e a distanza, i quattro pilastri, sono stati le fondamenta anche dell’attività svolta nel 2020. L’informazione ai nostri donatori è stata realizzata attraverso la nostra pagina facebook, l’invio e lo scambio di mail, la pubblicazione di articoli sui giornali locali e la distribuzione nostro notiziario AvidsNews sia in formato cartaceo, sia in formato elettronico. Mentre la formazione è stata fornita
direttamente sul campo, dal Centro Trasfusionale di Lecco e dal Centro di Raccolta Avis di
Bergamo, con la “sperimentazione” della donazione di plasma iperimmune, rivolta a chi ha contratto l’infezione con sintomatologia lieve o addirittura in forma asintomatica e ha eliminato il virus. L’obiettivo del progetto era ed è quello di raccogliere e conservare il plasma iperimmune per orientarlo alla produzione dell’industria farmaceutica di immunoglobuline neutralizzanti specifiche, da infondere nei soggetti malati. Molti sono stati i nuovi donatori (malati e guariti dal covid) che hanno presentato la domanda di iscrizione alla nostra Associazione per la donazione di plasma iperimmune”.

E’ continuata la collaborazione con le altre Associazioni del territorio a distanza: “Infatti, la nostra Associazione, insieme all’Aido, con cui da anni collaboriamo, unitamente ai Volontari del Soccorso, ha partecipato alla Maratona Telethon, tenutasi il 19 e 20 dicembre, con la vendita online dei pandori e panettoni, raccogliendo dai nostri donatori e sostenitori un buon contributo corrisposto alla Fondazione Telethon. Purtroppo, abbiamo dovuto fermare la donazione collettiva al Centro Trasfusionale di Bergamo, organizzata di domenica ogni tre mesi, a causa del ridotto numero di partecipanti (ridotto a cinque) e dalle norme anti covid”.

I numeri dell’associazione

  • DONATORI ATTIVI AL 31/12/2019 N° 387
  • DISMESSI PER RAGIONI DI ETA’ N° 4
  • DISMESSI PER MANCATE DONAZIONI NEGLI ULTIMI DUE ANNI N° 32
  • DISMESSI PER RAGIONI SANITARIE N° 6
  • TRASFERITI DA CALOLZIO N° 2
  • NUOVI DONATORI ISCRITTI  (compresi trasferiti e donatori che hanno ripreso a donare) N° 34 (MASCHI 16 – FEMMINE 18)
  • TOTALE DONATORI ATTIVI N° 377
  • SOCI COLLABORATORI N° 21
  • TOTALE SOCI AL 31/12/2020 N° 398 (MASCHI 249 – FEMMINE 149). Al 31.12.2019 N° 408

Dei 377 donatori attivi, 316 hanno effettuato almeno 1 donazione nell’arco dell’anno, mentre i 61 donatori rimanenti (47 a Lecco e 14 a Bergamo) non hanno effettuato alcuna donazione per motivi sanitari o altro. Nel 2020, sono 70 i donatori a Monterosso e 307 quelli a Lecco La suddivisione dei gruppi sanguigni è la seguente:

  • A+ n° 119
  • A- n° 16
  • B+ n° 36
  • B- n° 4
  • 0+ n° 149,
  • 0- n° 36
  • AB+ n° 16
  • AB- n° 1.

Donatori aspiranti

Al 31/12/2020 l’associazione ha avuto:

  • N° 39 aspiranti donatori a Lecco, più 2 donatori che hanno chiesto il trasferimento alla Comunale, diventando nuovi donatori.
  • N° 4 aspiranti donatori a Bergamo.

Donazioni

Le donazioni effettuate nel corso del 2020 sono così suddivise:

  • BERGAMO MONTEROSSO: 114 sangue intero (135), 75 plasmaferesi (80) totale 189 (215) da 56 (65) donatori, per un indice di donazione di 3,37 (3,31);
  • OSPEDALE DI LECCO: 458 (546) sangue intero, 42 (53) plasmaferesi totale 500 (599) da 260 (276) donatori, per un indice di donazione di 1,92 (2,17).

In definitiva sono state effettuate 572 (681) donazioni di sangue intero, 117 (133) plasmaferesi per un totale di 689 (814) donazioni da 316 (341) donatori per un indice di donazione totale di 2,18 (2,39).

“Dai dati esposti si evince che rispetto al 2019 abbiamo avuto 125 donazioni in meno con 10 donatori in meno, riconducibili all’effetto covid, che ha portato a una riduzione dei donatori, per motivi di salute e ad una riduzione delle donazioni, a volte indotta dalla minor richiesta di sangue al Centro Trasfusionale”.

Attività futura

“Il futuro che ci attende è difficile da programmare, perché poco dipende da noi. Più volte è stata rinviata la Settimana dei Valori, organizzata dalla scuola secondaria statale dell’Istituto Comprensivo di Calolziocorte, che doveva tenersi prima in febbraio, poi in marzo e ora, se le misure governative lo permetteranno, si svolgerà in maggio. Abbiamo avuto contatti con l’Istituto Superiore ‘Lorenzo Rota’ di Calolziocorte, per organizzare l’intervento presso le classi quarte, che molto probabilmente si terrà a inizio maggio, con la
collaborazione dell’Avis di Costamasnaga. Cercheremo, se non sarà possibile ripartire, di avere contatti virtuali con i nostri donatori e di rimanere vicino alle Associazioni e alle Parrocchie locali. All’inizio del 2021 abbiamo donato le zolle per il campo di calcio in erba sintetica realizzato presso l’Oratorio “Maria Immacolata” di Calolzio, unitamente alla sostituzione dello striscione di sponsor sulle laterali del campo, e il set completo di piastre per i defibrillatori laici che negli anni precedenti la nostra Associazione aveva donato all’Oratorio di Foppenico, ai Volontari del Soccorso di Calolziocorte e al Comune di Erve. L’obiettivo che si prefigge per il futuro è continuare con i quattro pilastri, ma soprattutto essere più vicini ai nostri donatori (coccolarli un po’ di più) che sono la vera linfa vitale dalla nostra Associazione. Giunta al termine di questo mio primo mandato, desidero ringraziare tutti i donatori Avis, i membri del consiglio direttivo e gli amici dell’Avis, che in modi diversi hanno dato il loro contributo e hanno offerto la loro collaborazione per il buon funzionamento e gli ottimi risultati conseguiti da questa Associazione. Rinnovo il mio invito a partecipare attivamente alla vita dell’Associazione, contattandoci per qualsiasi necessità o aspettativa via mail, Facebook o via filo, con l’obiettivo di rendere sempre più solido e solidale il valore del dono gratuito del sangue e di amore verso il prossimo”.

Consiglio direttivo 2021/2024

  • Antozzi Manrico;
  • Bolis Adriana;
  • Bolis Claudia;
  • Cattaneo Alberto;
  • Cattaneo Giovanni;
  • Cattaneo Lionello;
  • Cattaneo Mario;
  • Frigerio Dario Edoardo;
  • Galli Roberta;
  • La Marca Mirko;
  • Magi Sabrina;
  • Mapelli Adelio;
  • Nava Miriam;
  • Piccinini Andrea;
  • Riva Pierfrancesco;
  • Rosa Paolo;
  • Sala Eleonora;
  • Talarico Giuseppe.

Eletti all’organo di controllo 2021/2024

  • Butti Silvia