A Lecco una fiaccolata per Giulio Regeni, a quattro anni dalla morte

Tempo di lettura: 1 minuto

Anche a Lecco si accendono le fiaccole per Giulio Regeni

“A quattro anni dalla morte, ancora nessuna verità”

LECCO – Quattro anni sono passati dal rapimento, dalle brutali torture e dall’omicidio di Giulio Regeni, giovane ricercatore italiano ritrovato cadavere alcuni giorni dopo la sua sparizione in Egitto.

Questo sabato, 25 gennaio, in diverse città italiane sono state organizzate delle fiaccolate per tenere accesa l’attenzione sulla vicenda e pretendere la verità sulla morte di questo giovane italiano.

“Ci troveremo anche a Lecco – fa sapere il comitato cittadino di Amnesty International – Perché non smetteremo mai di chiederla, la Verità. Lo dobbiamo a Giulio, lo dobbiamo ai suoi genitori che non hanno mai smesso di cercarla, lo dobbiamo a tutti gli altri “Giulio” che ancora spariscono nel nulla, spesso vittime di un potere usato per violare i Diritti Umani”.

Il ritrovo è fissato alle ore 19 a Lecco in piazza Diaz (di fronte al Municipio). Seguirà una fiaccolata silenziosa per le vie del centro seguita dalla lettura di alcuni testi e da un minuto di silenzio. Associazioni, realtà locali e la cittadinanza tutta sono invitate a partecipare all’iniziativa.