Truffa: finto appuntamento via Sms per il vaccino, nel mirino gli anziani

Tempo di lettura: 2 minuti

“Purtroppo non c’è mai fine alla vigliaccheria dei truffatori”

Il raggiro ai danni di persone anziane è stato segnalato da Ats Pavia

LECCO – “Purtroppo non c’è mai fine alla vigliaccheria dei truffatori. Dopo le truffe sui tamponi e le sanificazioni a domicilio, adesso arriva anche a truffa dell’sms con il finto appuntamento per il vaccino. Vergognoso”. Commenta così l’assessore regionale alla Sicurezza, Polizia locale e Immigrazione, Riccardo De Corato, il raggiro segnalato da Ats Pavia ai danni di persone anziane contattate via sms per un appuntamento di somministrazione del vaccino anti-Covid.

“Fortunatamente – continua l’assessore – questa truffa, come evidenzia Ats, è stata già bloccata. Tuttavia, questo ennesimo stratagemma che fa leva sulla paura delle persone per derubarle ci spinge ancora di più a tenere alta l’attenzione e a continuare a mettere in campo misure per contrastare questo genere di reati”.

“Lo scorso anno – ricorda l’assessore De Corato – Regione Lombardia ha stanziato, per il biennio 2020-2021, 600.000 euro destinati agli enti locali per la realizzazione di progetti ed iniziative finalizzate ad aumentare la conoscenza di questi pericoli e a prevenirli. Proprio giovedì 11 marzo parteciperò a Corbetta (Milano), che ha beneficiato dei fondi regionali, a una conferenza sul delicato tema delle truffe agli anziani. Inoltre, a fine mese, riprenderanno gli spot televisivi di Regione Lombardia andati già in onda nel 2020 con i quali si invitano i cittadini, in particolar modo i più anziani, a non aprire la porta agli sconosciuti e a segnalare ogni situazione sospetta alle Forze dell’ordine”.