Calco, il nuovo polo scolastico è realtà: oggi l’inaugurazione

Tempo di lettura: 4 minuti

Dopo quattro anni di interventi, le scuole (primaria e medie) di Calco hanno un nuovo volto

La cerimonia questa mattina, a inizio anno scolastico: “Questa scuola è bella. Lo è per gli edifici, per il corpo docenti e anche grazie a voi studenti”

CALCO – Doppio taglio del nastro questa mattina, giovedì, a Calco dove sono state inaugurate le “nuove” scuole medie e primaria. Studenti, genitori, amministratori e semplici cittadini hanno preso parte alla cerimonia con cui la Giunta guidata dal sindaco Stefano Motta ha voluto mettere in mostra gli imponenti lavori realizzati nel corso degli ultimi quattro anni per dare un volto nuovo, sia esternamente che internamente, agli edifici (comunicanti) che ospitano la scuola primaria e la secondaria di primo grado.

Don Dionigi Consonni, parroco di Arlate; Stefano Motta, sindaco, Sabrina Scola e Chiara Ferrario, rispettivamente precedente e attuale dirigente scolastico del comprensivo di Olgiate – Calco

Un investimento importante, stimato in oltre un milione di euro, che testimonia l’attenzione dell’amministrazione comunale all’istruzione, come ribadito anche dal sindaco nel suo discorso: “La scuola è un prerequisito fondamentale per un’esistenza libera e dignitosa. E voi a scuola dovete imparare anche a diventare dei buoni cittadini. Per questo come amministrazione stiamo facendo il massimo per offrire, grazie ad adeguati finanziamenti, servizi e spazi all’altezza delle vostre esigenze”.

Motta ha parlato anche di un’alleanza educativa da sostenere in nome del diritto allo studio. “Ci sono alcuni lavori che si vedono, come il nuovo piazzale su cui stiamo ora calpestando i piedi e altri che riguardano invece le strutture interne e che hanno reso possibile realizzare ambienti più salubri, igienici e performanti dal punto di vista del risparmio energetico”.

L’assessore all’istruzione Rita Mauri

Il primo cittadino ha voluto tributare un ringraziamento ad hoc per l’assessore all’Istruzione Rita Mauri: “La ringrazio per tutte le “tribulazioni” affrontate e per essere riuscita a ristrutturare due scuole nei ritagli di tempo, ovvero durante le vacanze estive e di Natale quando è sospesa l’attività didattica”.

Presenti alla cerimonia, insieme al parroco di Arlate, don Dionigi Consonni, anche la dirigente scolastica Sabrina Scola, responsabile dell’istituto comprensivo di Olgiate Calco fino ad agosto e Chiara Ferrario, che da settembre ha preso il posto ricoperto proprio da Scola. “Questa è una scuola bella. Lo è per gli edifici, sistemati e rimessi a nuovo dall’amministrazione comunale. Lo è grazie al corpo docenti che tanto lavorano sulla didattica e sull’educazione. E deve continuare a esserlo anche per i vostri risultati e il vostro comportamento. Ragazzi, siete voi a dover attrarre i vostri coetanei grazie alle vostre buone pratiche”.

Il taglio del nastro alla scuola media affidato alle dirigenti scolastiche Sabrina Scola e Chiara Ferrario

Un’esortazione raccolta dalla nuova dirigente Ferrario, ben contenta di potersi inserire in una realtà scolastica così vivace e consolidata. Anche l’assessore Mauri è intervenuta ricordando che la scuola in realtà non finisca mai, essendo chiamati ogni giorno a essere cittadini consapevoli e responsabili. Dopo la benedizione di don Dionigi, è stato possibile visitare velocemente l’interno della scuola, prima di lasciare gli studenti delle medie al loro secondo giorno di scuola.

Don Dionigi Consonni con il sindaco Stefano Motta

Terminato il primo tour, è stata la volta della cerimonia alla scuola primaria, con il cortile invaso dai genitori e dagli alunni al loro primo giorno sui banchi. Anche in questo caso, più che le parole, contano i fatti con una scuola riammodernata e resa più efficiente e funzionale in tutto, a partire dagli impianti con la sostituzione dei vecchi caloriferi.

“I vostri coloratissimi e bellissimi murales ve li abbiamo lasciati e sono lì ad aspettarvi” ha concluso il sindaco, augurando anche ai bambini delle elementari un buon inizio di anno scolastico.