In tre sfiniti lungo il sentiero dei Tecett: intervento notturno per il soccorso alpino

Tempo di lettura: < 1 minuto

I tre ragazzi hanno lanciato l’allarme sabato sera intorno alle 20.30

Ad intervenire il soccorso alpino, i vigli del fuoco e i sanitari dell’Areu

LECCO – Avevano deciso di intraprendere un’escursione in notturna, ma si sono trovati senza forze e su un sentiero troppo impervio per le proprie possibilità. Sfiniti i tre giovani, due ragazze e un ragazzo, fra i 25 e i 30 anni, tutti di origini cinesi, hanno chiesto aiuto: gli uomini del Soccorso Alpino tra cui un medico e un infermiere e i Vigili del fuoco unità speleo alpino fluviale, sono intervenuti ieri sera, sabato 11 settembre, lungo il sentiero dei Tecett, intorno alle 20.30.

Non è chiaro se i ragazzi stessero tornando verso valle dal San Martino e anziché imboccare il sentiero che porta a Rancio abbiano sbagliato e deviato per il sentiero dei Tecett, che affronta tratti esposti; o se, invece, si siano spinti oltre il sentiero del Viandante e abbiano iniziato a salire.

I soccorritori li hanno raggiunti a metà del percorso circa. Una delle due ragazze è apparsa particolarmente disidratata, stanca e spaventata, con i tecnici del soccorso alpino che hanno deciso di assicurarli e riaccompagnati fino alla trattoria Bodega, dove parte il sentiero, all’altezza dello svincolo dell’Orsa Maggiore. L’intervento ha richiesto quattro ore.