Brumano. Travolto da una valanga, muore un 42enne di Bonate Sopra

Tempo di lettura: 2 minuti
(foto d'archivio)

AGGIORNAMENTO ORE 17 – E’ morto dopo essere arrivato all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo il 42enne che nella mattinata di oggi è stato travolto da una valanga tra Fuipiano e Brumano, nella zona del Resegone. La vittima è Claudio Rossi, operatore della centrale del 118 di Bergamo, a nulla purtroppo sono valsi tutti i tentativi di salvargli la vita. Il 42enne di Bonate Sopra stava facendo scialpinismo quando è avvenuto il distacco, con lui un amico che fortunatamente non è stato coinvolto. La vittima è rimasta per oltre un’ora sotto la neve. Claudio Rossi è spirato in ospedale dopo le 16.


BRUMANO – L’allarme è scattato poco dopo le 10 di oggi, mercoledì 13 gennaio, per una valanga che si è staccata nella zona tra Fuipiano e Brumano, nella Bergamasca. Sul posto tre elicotteri da Como, Sondrio e Bergamo oltre agli uomini del soccorso alpino impegnati nelle ricerche.

Nella foto d’archivio, nel circolo rosso, la zona dove si sono concentrate le ricerche del 42enne

C.R., 42 anni, di Bonate Sopra, soccorritore della centrale operativa del 118, è stato ritrovato solo alcune ore dopo, in tarda mattinata, in gravissime condizioni. L’uomo era partito questa mattina per una escursione scialpinistica in Valle Imagna quando è accaduta la tragedia. Il 42enne è stato travolto dalla valanga e ora si trova ricoverato all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo.