Scuole, la lettera di una mamma: “Esigenze di bimbi e famiglie sempre sottovalutate”

Tempo di lettura: < 1 minuto
Immagine di repertorio pre Covid

Dall’IC Lecco 3 la comunicazione del rinvio del tempo prolungato: “Non riprenderà prima del 28 settembre”

Una mamma: “Per le famiglie non è facile questa gestione”

LECCO – “Sono una mamma dispiaciuta perché, ancora una volta, noto che le esigenze dei bambini e delle famiglie vengano sempre sottovalutate. La scuola è iniziata il 14 settembre ed i bambini hanno frequentato, fino a venerdì 18 settembre, solo le ore mattutine. Lunedì e martedì le lezioni saranno sospese perché le scuole primarie saranno sede di seggio elettorale e, dulcis in fundo, dall’Istituto comprensivo Lecco 3 “A. Stoppani” giunge comunicazione dal Dirigente Scolastico di rinvio del tempo prolungato anche per la prossima settimana fino al 25/09 e, riporto, “presumibilmente le lezioni pomeridiane riprenderanno dal 28/09/2020, in subordine alle attribuzioni del personale dell’organico aggiuntivo””.

“Io sono indignata: non è semplice gestire i figli in età scolare quando i genitori lavorano entrambi e non si hanno a disposizione i nonni. Non chiediamoci poi perché in Italia non si fanno più figli, lo Stato è latitante e le famiglie sono lasciate in balia di se stesse. Esistono le scuole private che lavorano a regime pieno dal primo giorno di scuola senza creare disagi alle famiglie. Le scuole statali aspettano il suono della prima campanella per iniziare a nominare gli insegnanti! Davvero allibita e sempre più preoccupata per questa superficialità tesa a danneggiare gli equilibri e la serenità famigliare!”.

Lettera firmata