(S)Punti di Vista. L’apertura nel 1903 del salone teatrale parrocchiale di Rancio

Tempo di lettura: 3 minuti

RUBRICA – Carissimi lettori, bentrovati! Questo venerdì parleremo di qualcosa di cuorioso da diversi punti di vista: l’apertura del salone teatrale parrocchiale di Rancio dove godere di “un divertimento lecito e onesto”; ci verranno in aiuto le cronache del tempo, tratte, comme sempre, da “Il Resegone”, storico giornale settimanale cattolico lecchese.

Correva l’anno 1903 ed era, proprio come oggi, il mese di ottobre, più precisamente il 25 ottobre, domenica. Un giorno speciale perché, come detto, si aprì il Salone teatrale parrocchiale “costrutto dall’egregio capo-mastro signor Colombo Gaetano, per dar principio al teatro Sociale Cattolico. Il locale sfarzosamente illuminato dal gas acetilene, il palcoscenico costrutto secondo le regole dell’arte moderna, le tele dipinte dal celebre scenografo di Milano, sig. Codignola, la commedia intitolata la mala guida assai commovente ed istruttiva a cui terrà dietro una piccola farsetta, la valenza degli attori fa sperare che grande sarà il concorso a questo primo divertimento”.

Seguono, nell’articolo che annunciò l’evento, una serie di interessanti indicazioni per la partecipazione “aperta a tutti coloro che hanno intenzione di tenere un contegno serio e riservato” e sui posti a sedere, uomini davanti e donne di dietro; era inoltre caldeggiata un’offerta di almeno 20 centesimi (di lira, ovviamente, a quei tempi n.d.s.) “per sopperire alle grandi spese che si dovettero incontrare”; nelle ultime righe il redattore invita a non lasciarsi scappare “sì bella occasione di godere un divertimento lecito ed onesto”.

Mi hanno sorpreso nel corso della lettura di questo risalente articolo di cronaca lecchese, varie circostanze: il fatto che le donne sedessero dietro, la specificazione che si trattasse di un divertimento lecito ed onesto (a significare che ve ne fossero di non proprio tali), la definizione della commedia come “assai commovente ed istruttiva” e la richiesta di un contegno serio e riservato; credo che oggi aggiungeremmo la preghiera di tenere i cellulari spenti o almeno in modalità silenziosa, di non consumare cibi e bevande all’interno della sala, di indossare la mascherina anche se non più obbligatoria ma sempiternamente altamente consigliata e di non parlare durante lo spettacolo.

Nihil sub sole novum (Qohelet, 1,9-10 “Ciò che è stato sarà e ciò che si è fatto si rifarà; non c’è niente di nuovo sotto il sole), cambiano le forme ma non la sostanza di alcuni comportamenti prettamente umani (purtroppo!).

In chiusura chiedo ai lettori che avessero notizie o fotografie del salone teatrale parrocchiale di Rancio di contattarmi all’indirizzo giovannasama71@gmail.com

Grazie!

Giovanna Samà


ARTICOLI PRECEDENTI

14 ottobre – (S)punti di vista. Ottobre 1837, a Lecco arriva l’illuminazione pubblica

7 Ottobre – (S)Punti di Vista. Quando il mondo cattolico proibì di andare a votare

16 Settembre – (S)Punti di Vista. Da Lecco alla Valsassina in barca? Era il Settembre 1882…

9 Settembre – (S)Punti di Vista. Lo “storico” rimbrotto della Maestra Ida Gallina ai genitori

15 Luglio – (S)Punti di Vista. Ad ognuno la sua Vacanza. Ci rivediamo a Settembre!

8 Luglio – (S)Punti di Vista. Cani, cacche e proprietari incivili

1 Luglio – (S)Punti di Vista. Quando il Teatro della Società di Lecco fu luogo di “turpitudine ed infamia”

26 Giugno – (S)Punti di Vista. C’era una volta il Comune di Maggianico…

17 Giugno – (S)Punti di Vista. Polverificio Piloni di Bonacina: scoppi e agitazioni sindacali alla ‘Miccia’

10 Giugno – (S)Punti di Vista. Art. 1 della Costituzione. Cosa significa che la sovranità appartiene al popolo?

3 Giugno – (S)Punti di Vista. L’Articolo 1 della nostra meravigliosa Costituzione

27 Maggio – (S)Punti di Vista. Uno sguardo letterario su Pioverna e Orrido di Bellano

20 Maggio – (S)punti di Vista. Artista è colui che mette l’idea o chi la realizza?

13 Maggio – (S)punti di Vista. Imparare ad andar per erbe: bontà naturali

6 Maggio – (S)punti di Vista. “Paesaggio lacustre” di Bertarelli: una fotografia pittorica della Lecco che fu

29 Aprile – (S)punti di Vista. Cosa si intende per Salute? Lo spiega il Dottor Ravizza

22 Aprile – (S)punti di vista. Alla scoperta dello Svasso: “cittadino” dei nostri laghi e dei nostri fiumi

15 Aprile – (S)punti di vista. Quaresima e digiuno, ecco cosa successe a Lecco nel 1893

14 Aprile – (S)punti di Vista: ogni venerdì la nuova rubrica curata da Giovanna Samà

Advertisement