Droga, nuovo blitz dei Carabinieri: arrestato un 26enne. Trovato un machete

Tempo di lettura: 2 minuti

Operazione antidroga dei carabinieri nei boschi tra Bosisio, Molteno e Nibionno

Arrestato un giovane spacciatore marocchino, sequestrata eroina e un machete

BOSISIO – Continua l’attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti da parte dei Carabinieri della Compagnia di Merate che, nella tarda serata di sabato scorso, hanno messo in atto un servizio di controllo delle aree boschive poste a ridosso della SS.36, nei comuni di Bulciago, Bosisio Parini, Molteno e Nibionno.

Il servizio, che ha visto l’impiego di unità cinofile del Nucleo Carabinieri di Casatenovo, ha portato all’individuazione di una attività di spaccio da parte di più persone, nascoste tra la vegetazione dell’area posta in via Caminaz di Bosisio Parini.

I Carabinieri hanno tratto in arresto Omar Zazoul, 26enne, nato in Marocco, irregolare sul territorio nazionale che, alla vista dei militari ha tentato la fuga e che, a seguito di perquisizione personale, è stato trovato in possesso di 3 grammi cocaina divisa in dosi, 5 grammi di eroina. Sui luoghi, inoltre, è stato rinvenuto un machete con lama di 37 centimetri, un sacchetto in cellophane contenente ulteriori 37,50 grammi di eroina, un telefono cellulare ed un bilancino di precisione.

I Carabinieri di Merate, inoltre, hanno segnalato amministrativamente alla Prefettura di Lecco un 20enne italiano, per uso di sostanze stupefacenti.

Agli arresti domiciliari

Nella mattinata odierna l’arrestato è stato condotto presso il Tribunale di Lecco per il giudizio direttissimo a seguito del quale il giudice, nel convalidare l’arresto, ha disposto la misura cautelare degli arresti domiciliari.