Incidenti in montagna a Introbio e Piani di Bobbio, elisoccorsi due escursionisti

Tempo di lettura: 2 minuti
(foto d'archivio)

Soccorso Alpino al lavoro prima a Introbio e poi ai Piani di Bobbio per uno scialpinista

Entrambi i feriti sono stati soccorsi in codice verde

VALSASSINA – Sono tre gli interventi effettuati in poche ore nella giornata di oggi, domenica 28 febbraio 2021, dai tecnici della Stazione Valsassina e Valvarrone, XIX Delegazione.

Il primo alle 12:20, quando la centrale dei Vigili del fuoco di Lecco ha richiesto l’ausilio della squadra di Barzio per l’individuazione e il recupero di una escursionista. La donna aveva perso il sentiero ed era in difficoltà nella zona tra il Rifugio Pialleral e la chiesa di San Calimero, nel comune di Pasturo. Quattro tecnici sono partiti e hanno raggiunto la zona; nel frattempo, l’escursionista ha richiamato, informando di essere stata raggiunta da un gruppo di escursionisti di passaggio, che l’hanno poi aiutata a ritornare verso la zona di Cornisella.

Il secondo intervento alle ore 12:30; la centrale SOREU dei Laghi ha attivato il Soccorso alpino per il recupero di un escursionista che si era procurato una sospetta lesione alla caviglia, mentre scendeva da Biandino verso Introbio. L’infortunato, un uomo di circa 40 anni residente a Milano, è stato raggiunto dalla squadra tecnica della Stazione Valsassina e Valvarrone e da un sanitario del Cnsas. L’uomo è stato immobilizzato e stabilizzato; dopo una prima valutazione sulle sue condizioni, è intervenuta l’eliambulanza di Areu (Agenzia regionale emergenza urgenza), decollata dalla base di Villa Guardia di Como. L’intervento si è concluso alle ore 15:30, con il trasporto del ferito all’ospedale di Lecco.

Durante l’intervento precedente è arrivata una terza richiesta di soccorso, poco dopo le 13:00, per uno sci-alpinista di 55 anni che è caduto e si è fatto male a una gamba, mentre sciava con un amico. Si trovavano nei pressi dell’arrivo della seggiovia “Fortino”, ai Piani di Bobbio, nel comune di Barzio. In questo caso è intervenuto direttamente l’elicottero di Areu, decollato da Bergamo. A supporto, una squadra di tecnici si trovava in piazzola, pronta per essere imbarcata in caso di necessità.

In questi ultimi tre giorni, anche per la presenza di moltissime persone che vanno in montagna, sul territorio di competenza della Stazione della Valsassina sono stati effettuati sei interventi di soccorso, con il recupero di ben cinque escursionisti illesi, che avevano perso l’orientamento e poi si sono trovati costretti ad allertare i soccorsi.