Lettera. “Non lasciamo morire gli anziani con il terrore negli occhi”

Tempo di lettura: < 1 minuto

LECCO – Riceviamo e pubblichiamo una lettera/appello per chiedere di non far morire le persone sole, soprattutto gli anziani e per questo, nella missiva, si chiede di attivarsi per fare arrivare negli ospedali tablet, anche usati, per favorire la comunicazione con i famigliari, anche visiva:

“Visto che siamo tutti sulla stessa barca come ha detto il nostro Pontefice. In questo periodo stanno morendo un sacco di persone  tra cui gli anziani, quello che è veramente straziante è che muoiono soli. Una volta varcata la soglia di un ospedale, attendono che il virus faccia il suo corso. Hanno tutti paura, sono spaventati, pregano, vogliono tornare a casa… straziante.  Annalisa che lavora sul fronte Covid mi dice: ‘Sono tutti uguali, nei loro occhi la paura’.

Nell’era della tecnologia basterebbero dei tablet in dotazione agli ospedali. 
Vedere chi ha diviso la tua vita con te renderebbe meno angosciante questo momento.
Dobbiamo morire tutti, ma non con il terrore negli occhi.
A questo punto ho bisogno gentilmente di voi, aiutatemi a raccogliere dei tablet da dare in dotazione agli ospedali! Che siano nuovi, usati, suoniamo alla porta dei colossi della comunicazione e ai cuori di tutti i lecchesi.Certa e fiduciosa che ci aiuterete.
Vi ringrazio”.

Laura Rotasperti
(contatto: 3895738404)