L’Italia nel bicchiere. Il mitico “Taglio Bordolese”

Tempo di lettura: 6 minuti
Roberto Beccaria

RUBRICA – Un affettuoso saluto agli amici del vino italico, soprattutto a quelli che che mi invitano ad aggiornare questa rubrica con maggior frequanza, segno che i nostri ottimi vini sono sempre al centro dell’attenzione.

Da alcuni mesi ho ripreso le mie attività didattiche e una di queste, che farò per celebrare il ventesimo anniversario del gemellaggio tra Galbiate e La Londe – Les Maure con due serate di degustazione di vini e prodotti tipici italiani e francesi , mi ha dato lo spunto per parlarvi dei vini ottenuti col mitico “taglio bordolese”.

Per taglio bordolese si intende un assemblaggio (“taglio”) di vini ottenuti con vitigni diversi vinificati separatamente, il vino che ne deriva andrà poi ad affinarsi in botti di rovere per periodi più o meno lunghi.

Le uve utilizzate sono quasi sempre quelle con origine bordolese ovvero Merlot, Cabernet Sauvignon e Cabernet Franc, a cui si aggiungono spesso e volentieri anche Malbech, Petit Verdot e Carmenère.
Ognuna di queste varietà, utilizzata in percentuali che possono variare anno con anno a seconda dell’andamento vendemmiale, contribuiscono a definire l’equilibrio, la complessità e la longevità del vino.

Questo è un vero e proprio marchio di fabbrica dell’enologia bordolese che solo dagli ottanta, dopo lo scandalo al metanolo, e stata frequentemente utilizzata anche dai nostri enologi più quotati. In passato, nella maggior parte dei casi, si procedeva con un unica vendemmia mediando la maturazione delle diverse uve e ad una sola vinificazione, con risultati alquanto mediocri.

I francesi ci hanno insegnato che raccogliendo una per una le varie uve al giusto grado di maturazione, vinificarle separatamente per poi assemblare i vini col “taglio a freddo”, si ottengono risultati di gran lunga migliori. Procedimento quasi indispensabile se si pensa che le diverse uve, come ad esempio il Merlot ed il Cabernet Sauvignon, possono avere un divario nei tempi di maturazione di due o anche tre settimane.

grappolo uva px

Una volta che ha preso piede anche in italia, questa metodologia è stata adottata per produrre eccellenti vini Made in italy utilizzando anche le nostre nobilissime uve autoctone. Primi fra tutti i  “Supertuscans” in cui il Sangiovese è un degno coprotagonista, poi  l’esplosione della zona Bolgheri laddove il  taglio è rigorosamente bordolese, quindi un’infinità di eccellenti vini dall’Alto Adige alla Sicilia che poco hanno da invidiare ai maestri francesi.

Nel corso della mia quarantennale esperienza di “tagli bordolesi” ne ho assaggiati un’infinità quindi mi limito ad elencarne alcuni assaggiati recentemente.

Nella fascia del vini abbordabili è sempre  buono il “Brentino” di Fausto Maculan, un pioniere del taglio bordolese, poi il  “Curtis“ di Cantina Cortaccia e il curioso “Cormì” Merlot-Corvina di Zenato.

In una fascia appena più costosa ma con vini davvero ben fatti, il “Madreselva” rosso del Lazio di Casale del Giglio , un paio di buoni Bolgheri come il corposo “Campo al mare”  e l’elegante “Donna Olimpia”,  poi lo sfizioso Lagrein – Cabernet ris.“Klaser” di Weingut Niklas.

Nel mio personale Olimpo, senza andare a spendere centinaia di euro, ci metto un paio di Alto Adige come “Arzio” di Baron di Pauli e “Yugum” di Peter Dipoli, poi il mitico Trentino “San Leonardo” e l’altrettanto blasonato “Fratta” di Maculan.

Visto che un paio di preziosi Bolgheri Superione non possono mancare, mi sbilancio per “Alberello” della scuderia Colle Massari e “Orma” di Ten.Setteponti.

L’ultima citazione la spendo per un vino incredible che anziché “supertuscan” lo si deve  definire “supersardus”.  Si chiama “Tiròs” di Cantina Siddura, un Sangiovese – Cabernet Sauvignon prodotto in Sardegna: di-vino!!

Assaggiare per credere                           
A presto, Roberto Beccaria


 

10 Marzo – L’Italia nel bicchiere. Alla scoperta dei vini rossi delle Marche

2021

24 dicembre – “L’Italia nel bicchiere”. Alla scoperta dei vini italiani ottenuti da uve autoctone

2 Dicembre – L’Italia nel bicchiere. Quale vino si abbina alla mitica “cassoeula”? Scopriamolo

10 Agosto – “L’Italia nel bicchiere”. Alla scoperta del Vermentino di Gallura

16 Luglio – L’Italia nel bicchiere”. Alla scoperta del Prosecco Rosè

3 Giugno – “L’Italia nel bicchiere”. Alla scoperta della viticultura eroica e dei suoi grandi vini

23 Aprile – L’Italia nel bicchiere. Col dessert vini dolci: i consigli dell’esperto

01 Marzo – L’Italia nel bicchiere. Alla scoperta dei vini Trento DOC Metodo Classico

20 Gennaio –L’Italia nel Bicchiere. Scopriamo la “zona rossa” del Valpolicella Superiore Ripasso

2020

30 Luglio – “L’Italia nel bicchiere”… da bere d’Estate. Alla scoperta dei vini bianchi della Campania

01 Luglio – L’Italia nel Bicchiere. Vini rossi d’estate: i consigli di Roberto Beccaria

12 Maggio – L’Italia nel Bicchiere. Vini bianchi: uno per regione adatti per l’estate

6 Marzo – “L’Italia nel bicchiere”. Syrah: vitigno “esotico” che regala vini eccellenti

10 Gennaio – L’Italia nel bicchiere. Tocai: vino friulano dal sapore inconfondibile

 

2019

16 Dicembre – L’Italia nel bicchiere. Natale e Capodanno quali vini abbinare ai nostri piatti?

31 Gennaio – L’Italia nel bicchiere. Alla scoperta dei vini del Lazio

 

2018

22 – novembre – L’Italia nel bicchiere. La rivincita dei vini in barrique

24 ottobre – “L’Italia nel bicchiere”. Alla scoperta del Sangrantino di Montefalco

11 luglio – L’Italia nel Bicchiere. Bollicine in rosa: eccellenti e adatte all’estate

25 giugno – L’Italia nel bicchiere. Alla scoperta dei bianchi piemontesi

15 maggio – “L’Italia nel bicchiere”. Alla scoperta del Muller Thurgau

4 aprile – L’Italia nel Bicchiere. Alla scoperta del Gewurztraminer

13 febbraio – L’Italia nel bicchiere. Cabernet Sauvignon: uvaggio dagli innumerevoli pregi

06 gennaio – “L’Italia nel bicchiere”. Alla scoperta del vitigno Viogner

 

2017

12 dicembre – “L’Italia nel bicchiere”. Tour tra le bollicine italiane meno conosciute

20 ottobre – “L’Italia nel bicchiere”. I gioielli vitivinicoli della Valle d’Aosta

9 settembre – L’Italia nel Bicchiere. Passerina e Pecorino due bianchi tutti da scoprire

17 luglio – L’Italia nel Bicchiere. Col pesce quale vino? Bianco, rosato o rosso?

27 giugno – “L’Italia nel bicchiere”. Che caldo: è il momento di concedersi un Prosecco

6 giugno – “L’Italia nel bicchiere”. Alla scoperta del Cirò di Calabria

16 maggio – “L’Italia nel bicchiere”: un “tuffo” nei vini maremmani

27 aprile – L’Italia nel Bicchiere. Vin Nobile di Montepulciano: mostro sacro del vino italiano

11 aprile – L’Italia nel bicchiere. “Pas Dosè”, lo spumante che piace sempre più

11 marzo – L’Italia nel bicchiere. Il Nero d’Avola: un vino da scoprire

 

2016

12 dicembre – “L’Italia nel bicchiere”. Natale a tavola: ecco quali vini scegliere

15 novembre – L’Italia nel bicchiere. Il mondo degli “uvaggi” e le sue eccellenze

18 ottobre – L’Italia nel bicchiere. I vini dell’Etna, un’eruzione di bontà

26 settembre – “L’Italia nel bicchiere”. Lagrein, dall’Alto Adige un “Signor” rosso

7 settembre – L’Italia nel bicchiere. Una carrellata di vini bianchi italiani tutti da scoprire

13 agosto – L’Italia nel bicchiere. Grigliata di Ferragosto? Ecco che vini abbinare

18 luglio – L’Italia nel bicchiere. Un vino per l’estate? Il Lugana

28 giugno – “L’Italia nel bicchiere”. Al Griso con Popo Mojoli per un viaggio (di)vino

7 giugno – L’Italia nel bicchiere. Un’escursione tra i vini della Valtellina

21 maggio – “L’Italia nel Bicchiere”. Oggi si stappa il Sauvignon blanc

22 aprile – “L’Italia nel bicchiere”. I bianchi della Valle Isarco

1 aprile – L’Italia nel bicchiere. Merlot: uva straordinaria e internazionale

15 marzo – L’Italia nel bicchiere. Alla scoperta dei vini di Sardegna

17 febbraio – L’Italia nel Bicchere. Spazio ai vini rossi frizzanti!

20 gennaio – L’Italia nel bicchiere. L’Aglianico, il “Nebbiolo del Sud”

4 gennaio – “L’Italia nel bicchiere”. Il Moscato d’Asti a fermentazione naturale

 

2015

9 dicembre – Feste vicine, qualche suggerimento “da bere”

5 novembre – L’Italia nel bicchiere. Alla scoperta dell’ottimo Montepulciano

16 ottobre – L’Italia nel Bicchiere. Vitigni e vini del meraviglioso Friuli

30 settembre – L’Italia nel bicchiere. Meglio l’Amarone o lo Sfurzat?

15 settembre – L’Italia nel bicchiere. Un viaggio tra i Supertuscans

2 settembre – L’Italia nel bicchiere. Scopriamo lo Chardonnay: l’uva più coltivata al modo

30 luglio – “L’Italia nel bicchiere”. Scopriamo gli abbinamenti vino – formaggio

17 giugno – “L’Italia nel bicchiere”. “Garganega: un gioiello di uva”

3 giugno – L’italia nel Bicchiere. Spezziamo una lancia a favore dei Rosati

24 maggio – L’italia nel Bicchiere. Viaggio tra i vini bianchi dell’Alto Adige

9 maggio – L’Italia nel bicchiere. Viaggio in Toscana alla scoperta del Chianti

21 aprile – “L’Italia nel bicchiere”. Parliamo di Barbera o, meglio, de’ La Barbera

1 aprile – L’Italia nel bicchiere. il Primitivo e il Negroamaro

26 marzo – L’Italia nel bicchiere. “Bollicine” italiane

24 febbraio – Viaggio nel mondo dei Passiti

13 febbraio – Il riscatto dei “Vitigni Poveri”

27 gennaio – Oggi con Roberto Beccaria parliamo del Nebbiolo

16 gennaio – Vino protagonista. “L’Italia nel bicchiere”, nuova rubrica di Roberto Beccaria